Golfo Aranci

Convocazione commissione alluvione
Forza Italia chiede riapertura bando

OLBIA. Il gruppo consiliare di Forza Italia, su sollecitazione di molte famiglie olbiesi, hanno espresso forti perplessità relative al bando per la distribuzione dei contributi di solidarietà per le persone colpite e danneggiate dal ciclone del 18 novembre 2013. A tal fine i consiglieri di minoranza hanno chiesto la riapertura dei termini e la modifica del bando. Il presidente della commissione speciale sull'alluvione, Angelo Cocciu, ha convocato una riunione alla quale è stato invitato il sindaco, la struttura tecnica del comune e i comitati degli alluvionati. Ecco la nota stampa inviata da Forza Italia, nella sua forma integrale:


"In merito al bando pubblicato in data 16/01/2015, il gruppo di FI esprime forti perplessità in merito ad alcuni contenuti dello stesso bando.


Ricordiamo che la Commissione Speciale sulla alluvione presieduta dal Dott. Angelo Cocciu, è stata istituita dopo ripetute sollecitazioni, nel mese di maggio 2014 (richiesta del mese di Dicembre 2013) proprio su proposta del gruppo di FI.


Durante i lavori della commissione speciale, in merito ai contenuti del bando, abbiamo più volte rilevato che, in caso di esclusione dal bando di tutti i cittadini che abbiano subito l’ordinanza di sgombero, si sarebbero create delle condizioni particolari dove, gli esclusi dal bando del Comune, sarebbero stati esclusi anche dal bando della CRI per motivi di reddito.


Nella stessa commissione, come si potrà rilevare dai verbali, abbiamo più volte chiesto che il bando del Comune, venisse pubblicato solo dopo aver conosciuto i termini e gli effetti della bando della CRI, proprio per evitare possibili ed ingiuste esclusioni.

Ebbene le nostre preoccupazioni hanno trovato riscontro immediato. 

Succede oggi che numerosi cittadini che hanno avuto l’ordinanza di sgombero, esclusi a prescindere dal bando del Comune, siano rimasti fuori anche dal bando della CRI, in quanto la loro situazione reddituale  è superiore ai limiti imposti dal bando della CRI.

Come si può ben immaginare, che per una famiglia multi reddito, con 2 autovetture, 1 casa sopra di proprietà  sopra i 100 mq, è facile che l’indicatore economico superi i limiti imposti dalla CRI.

L’alluvione del 18/11 purtroppo non ha guardato in faccia nessuno, e tanto meno ha chiesto l’ISEE prima di entrare nelle case e distruggere ogni cosa.

Riteniamo opportuno che l’amministrazione si preoccupi di ascoltare le problematiche inerenti al bando pubblicato, cercando di trovare soluzioni immediate e senza rinviare le decisioni importanti al prossimo bilancio di previsione, che vedrà luce ad estate inoltrata.

In data odierna è stata chiesta dal Presidente della Commissione Cocciu, la convocazione della commissione speciale per Mercoledì 11 febbraio alle ore 18:00.

Nel dettaglio si esamineranno le criticità che fino ad oggi sono state rilevate, e si discuterà delle possibili soluzioni da adottare nell’immediato.

Nello specifico verranno analizzate le seguenti proposte:

1)Possibilità di proroga dei termini per la presentazione delle domande per il bando Comunale;

2)Ammissione anche delle domande dove vi sia l’ordinanza di sgombero, ma che per motivi reddituali, non vi sia la possibilità di partecipare al bando della CRI;

3) Ammissione con riserva anche per le domande sprovviste della perizia obbligatoria, con vincolo di presentazione della stessa entro 15 giorni dalla scadenza del bando;

4) Bilancio di previsione 2015, poste in bilancio a favore della popolazione alluvionata.


Alla riunione della Commissione speciale, sono stati invitati a partecipare alla discussione, il Sindaco, la struttura tecnica del Comune, i comitati degli alluvionati.


I commissari della Commissione Speciale alluvione

Cocciu Angelo

Piro Marco


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci