Sfatato il tabù; la Dinamo vince al Pianella

OLBIA. I giganti del Banco invertono la tradizione e, condotti da un super Marquez Haynes (autore di 21 punti e 4 assist), sbancano il Pianella per la prima volta nella loro storia. La Dinamo parte bene nel primo tempo, nonostante l’energia e la grande carica offensiva dei padroni di casa dell’Acqua Vitasnella. Dopo un terzo quarto in affanno Logan, protagonista con 17 punti e 8 assist per un totale 22 di valutazione, e Haynes, chiudono il match; nelle fila della Pallacanestro Cantù grande prestazione di Laquinton Ross che ha messo a referto 23 punti conducendo per lunghi tratti i suoi. Bene Varnado con 14 punti, 6 rimbalzi e due assist in 18 minuti.

La scena. Al Pianella va in scena il posticipo: l’esito della partita tra la Dinamo Banco di Sardegna e i padroni di casa della Pallacanestro Cantù chiuderà la seconda giornata, inaugurata ieri, definendo la classifica della massima serie. A Devecchi e compagni spetta l’arduo ma non impossibile compito di sfatare il tabù Cantù, campo dove gli isolani non hanno mai vinto seppur sfiorando il successo più volte. Mercoledì i campioni d’Italia partiranno in Turchia dove, giovedì, affronteranno il Darussafaka Dogus per il round 1 della nuova stagione di Eurolega. Oggi coach Meo Sacchetti raggiunge il tecnico della nazionale Simone Pianigiani a quota 253 alla voce partite allenate in serie A. Un ex per parte in questa partita, in maglia Dinamo si presenta Denis Marconato, a lungo nelle fila canturine, mentre i giganti incontreranno da avversario Amedeo Tessitori.

Il match. Coach Meo Sacchetti manda in campo Haynes, Petway, Logan, Eyenga e Varnado, coach Corbani risponde con Berggren, Abass, Heslip, Ross e Hall. Logan e l’arciere Petway aprono i giochi, i padroni di casa trovano sostanza con Abass e Hall. I giganti costruiscono bene e scavano fino al 5-11. Heslip dall’arco risveglia i suoi, Petway e Brian firmano il +11. Il primo quarto si chiude 12-19: l’onda biancoblu travolge l’Acqua Vitasnella nei primi minuti della seconda frazione con Varnado a dominare il pitturato. Heslip e Hasbrouk rialzano la testa accorciando le distanze (22-32). Fiammata sassarese con Stipcevic, Logan e Alexander ma Cantù approfitta del tecnico sanzionato a Eyenga per trovare il break. Condotti da Laquinton Ross (13 punti) i brianzoli restano a contatto. La bomba di Logan interrompe il digiuno dei giganti che vanno negli spogliatoi sul punteggio di 36-48. Al rientro dall’intervallo lungo le maglie della difesa canturina si stringono, il parziale dei primi otto minuti la dice lunga 17-9. È il folletto Haynes a suonare la carica alla Dinamo con un 6-1 che porta la sua firma. Suo anche l’assist della bellissima schiacciata di Alexander che chiude il quarto 54-65. I campioni d’Italia decidono di chiuderla nell’ultima frazione, a prendere la scena è Marquez Haynes che con tre triple ricaccia definitivamente indietro la bestia nera Cantù. I giganti vincono per la prima volta al Pianella superando 75-86 i padroni di casa.

Pallacanestro Cantù 75 - Dinamo Banco di Sardegna 86

Parziali: 12-19; 24-29; 18-17; 21-21.

Progressivi: 12-19; 36-48; 54-65; 75-86.

Dinamo Sassari – Haynes 21, Petway 10, Logan 17, Formenti, Devecchi, Alexander 8, D’Ercole, Marconato, Sacchetti 5, Stipcevic 5, Eyenga 6, Varnado 14. All. Meo Sacchetti.

Acqua Vitasnella – Berggren 5, Abass 7, Heslip 15, Laganà 1, Ross 23, Zugno, Nwohuocha, Wojchiechovski 3, Cesana, Hall 11, Tessitori 4, Hasbrouk 6.  All. Fabio Corbani.

Arbitri: i signori Carmelo Paternicò, Lorenzo Baldini e Fabrizio Paglialunga.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA