Golfo Aranci

Piano di eradicazione dei cinghiali
Nel Parco di La Maddalena nuove postazioni

OLBIA. All’interno del piano straordinario di eradicazione dell’ibrido di cinghialexmaiale, l’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena ha avviato lo scorso 30 novembre la campagna di abbattimenti selettivi sulle due principali isole dell’Arcipelago: La Maddalena e Caprera. Per intensificare le operazioni condotte dai selecontrollori sono state aggiunte 6 nuove postazioni all’elenco dei punti sparo già presenti nell’Isola madre.

 

La durata complessiva sarà sempre di cinque mesi, tre volte la settimana: il lunedì – il mercoledì e il venerdì. Gli abbattimenti saranno condotti dai selecontrollori (selezionati e preparati dall’Ente Parco regolarmente iscritti in appositi elenchi) a partire dalle ore 16.00 e si concluderanno entro le ore 2.00 del giorno successivo.

 

I nuovi punti sparo saranno i seguenti: Cimitero, Acquedotto (Casa San Gaino), Spalmatore (La Vecchia Cava), Villaggio Piras (La Vallata), Villaggio Piras  (Le Sei Case),  Casa Delle Fate, Via Barrettini (Strada Provinciale 114).

 

L’Ufficio ambiente dell’Ente Parco ribadisce per la cittadinanza la necessità di massima attenzione, non sostando nelle zone indicate e dove sono presenti i cartelli di avviso di pericolo. Le attività di abbattimento selettivo con la carabina verranno integrate in parallelo al servizio di cattura con le gabbie, affinché possano essere ottimizzati i risultati per una eradicazione totale dell’ibrido di cinghiale.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA