Golfo Aranci

Busta paga dimezzata per i dipendenti della ex provincia Olbia-Tempio

OLBIA. Buste paga dimezzate. E' questa la sorpresa che i dipendenti dell'ormai ex provincia di Olbia-Tempio si son visti recapitare, senza preavviso, dagli uffici. A denunciare l'intricata questione la Uil Fpl Gallura. Zona omogenea di Olbia-Tempio, così dovrebbe chiamarsi la ex provincia. Ancora non si conoscono tempi e modi del completo smantellamento della struttura che ancora oggi continua a vivere con dipendenti e competenze fondamentali per il territorio. In questa situazione di stallo e di confusione i pasticci sono dietro l'angolo. A partire dai problemi relativi alle risorse per le scuole e assistenza ai disabili, fino al trattamento degli stessi dipendenti che oggi si vedono tagliare lo stipendio senza alcuna giustificazione da parte degli uffici competenti. Ecco la nota del sindacato:

"Con nota vs. prot. 15454 del 27/06/2016 siamo venuti a conoscenza che l’Ufficio gestione paghe ha provveduto a trattenere le addizionali di cui in oggetto per gli anni 2015 e 2016 al personale dipendente della Zona Omogenea di Olbia Tempio in applicazione di un principio, fantasioso, di cessazione del personale che, norme alla mano, non c’è stata. Ai sensi della LR n° 2 del 2016 (art. 1, comma 47) la Provincia di Sassari è subentrata, quale succes- sione a titolo universale di tutti i rapporti attivi e passivi della ex Pro- vincia di Olbia – Tempio, ora Zona Omogenea di Olbia – Tempio. A dar forza a ciò vi è da citare l’art. 2112 del Codice Civile che chiaramente come, con la “riorganizzazione” si è di fronte ad una continuazione del rapporto di lavoro subordinato con il soggetto subentrante nonché alla conservazione, per il di- pendente, di tutti i diritti e benefici che da esso derivano, determinando agli effetti fiscali l’applicabilità delle addizionali all’Irpef in maniera rateizzata, nel numero massimo di undici rate.
Si cita, a tal proposito, la Risoluzione dell’Agenzia delle Entrare RIS 248/E del 24/07/2002.
Nello stupore generale dei dipendenti che si sono visti dimezzare la busta paga ma, ancor peggio, della scarsa chiarezza e comunicatività degli Uffici che avrebbero dovuto dare chiarimenti in merito posto che il trattamento subito dai dipendenti della ex Provincia di Olbia – Tempio è unico avendo appu- rato che nelle restanti ex Provincie si è provveduto secondo disposizioni di legge.
La scrivente, pertanto, chiede chiarimenti circa la condotta perpetrata nei confronti dei Vs. colleghi (termine che si dimentica, considerando i di- pendenti come numeri e non come materiale umano), rimandando il tutto alla valutazione del nostro Ufficio Legale, ravvisando una illegittimità nelle trattenute effettuate, al fine di tutelare i lavoratori e gli eventuali danni subiti da tali ingiuste trattenute".

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

Golfo Aranci