Domani a Olbia finalissima della Remata della Gioventù

OLBIA. Sabato 12 maggio nel Porto Romano, appuntamento con la Remata di San Simplicio organizzata dalla Lega navale di Olbia con il contributo della Fondazione di Sardegna e il patrocinio del Comune. In acqua 150 studenti delle scuole superiori di Olbia, Oschiri e Siniscola. Quest’anno arriva anche un equipaggio dalla penisola: il nautico di Molfetta,  una presenza che conferma il valore sempre più nazionale del progetto sportivo scolastico.

La finale della Remata della gioventù, che dallo scorso anno è stata inserita all’interno dei festeggiamenti in onore del santo patrono, dà l’appuntamento alla città questo sabato, a partire dalle 10.30, in via Escriva, nello specchio di mare del Porto Romano. È l’ultima gara del Circuito nato nove anni da una intesa tra il Ministero della pubblica istruzione e la Lega navale di Olbia  come progetto contro la dispersione scolastica. E anche quest’anno tutti gli istituti superiori del territorio hanno aderito all’iniziativa. Tre le tappe del campionato riservato agli studenti: la prima sfida si è svolta a Olbia nello spazio di mare all’interno della Lega navale ed è stata vinta dal liceo scientifico Mossa; la seconda si è svolta in trasferta a Siniscola e ha visto il trionfo del nautico di Siniscola. Ma la vera battaglia per conquistare il titolo di campione della Remata della gioventù si combatterà sabato 12 maggio. Di impatto il campo di gara: tre le corsie nelle quali scivoleranno gli equipaggi a bordo dei palischermi di legno, le barche di 8 metri e mezzo con dieci vogatori e un timoniere, usate come mezzi di addestramento dei marinai dalla Marina militare. Le squadre partiranno in batterie da tre. Dovranno percorrere centoventi metri, effettuare un giro di boa, e poi ripercorrere i centoventi metri fino a tagliare il traguardo.

Per la prima volta alla Remata della gioventù partecipa un equipaggio della penisola. La squadra di Molfetta, titolo di campione regionale, ieri mattina ha oreso confidenza con la barca e il percorso di gara. 18 gli studenti accompagnati dal dirigente scolastico e da alcuni professori. Un bel gemellaggio sportivo e di amicizia che segna un passo importante per la Remata della gioventù che il prossimo anno festeggerà il decennale.

L’appuntamento con la gara è dalle 10.30 in via Escrivá. In palio non solo il trofeo challenger ma anche le borse di studio finanziate da alcune aziende olbiesi. Alla fine delle sfide atleti, docenti, dirigenti, autorità e pubblico si sposteranno nella sede della Lega navale per assistere alle premiazioni e partecipare al pranzo.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS