Golfo Aranci comune "amico della famiglia"

OLBIA. Golfo Aranci è formalmente “Comune Amico della famiglia”. Il 5 Ottobre è arrivato il marchio ufficiale, a conferirlo il Direttore dell’agenzia per la famiglia della Provincia di Trento, Luciano Malfer, durante la prima Convention Nazionale dei Comuni Amici della famiglia svoltasi ad Alghero. Dopo l’adesione al “Network Nazionale Comuni Amici della famiglia” che diffonde sul territorio nazionale una cultura promozionale a sostegno del benessere della famiglia collaborando e supportando le Amministrazioni Comunali nell’implementare politiche innovative in ambito pubblico, ora è arrivata certificazione per Golfo Aranci come secondo Comune della Sardegna Amico della Famiglia.

 «E’ un importante risultato – dichiara il sindaco di Golfo Aranci, Giuseppe Fasolino - l’intento è quello di intraprendere un percorso di condivisione e costruzione partecipata di iniziative e di interventi principalmente a favore delle famiglie. Aderendo al Network Nazionale e cercando acquisire la consolidata esperienza della Provincia di Trento sulle certificazioni familiari, vorremmo favorire azioni rivolte alle famiglie attraverso l’analisi dei bisogni, individuazione degli obiettivi, e la pianificazione di interventi, all’insegna dell’integrazione e del benessere complessivo della nostra collettività». Nel febbraio del 2018 il Comune di Golfo Aranci ha aderito al Network Nazionale Comuni Amici della famiglia che conta già una ventina di enti ed aziende aderenti, da lì è poi partito il percorso per ottenere la certificazione. Il “Comune amico della famiglia” deve soddisfare precisi requisiti che riguardano servizi alle famiglie, ambiente, qualità della vita, comunicazione, a seguito di una pianificazione e programmazione delle azioni da intraprendere, si deve poi redigere un Piano delle attività che sia tangibile e valutabile a posteriori.

«A settembre – dichiara l’Assessore alle politiche sociali, Mario Mulas, il Comune di Golfo Aranci ha approvato il Piano degli interventi in materia di politiche familiari per il biennio 2018/2020, che prevede, tra gli altri servizi, interventi di prevenzione e interventi di sostegno mirati a favore dei giovani adolescenti che si trovano in situazioni di disagio e di fragilità al fine di evitare condotte devianti e/o comportamenti a rischio. Un impegno forte che ha per obbiettivo non tanto le politiche di servizi sociali, seppur necessarie e fondamentali, ma quanto il benessere familiare e il mantenimento dello stesso».
«In Trentino quasi tutti i comuni hanno questo riconoscimento che certifica politiche trasversali sul benessere delle famiglie, oggi anche Golfo Aranci – conclude il Sindaco – non intende esclusivamente mostrare questo nuovo e ambito distintivo, ma sostenere apertamente il tema della famiglia nelle sue varie connotazioni, ossia avere un’attenzione particolare alle esigenze e necessità dei vari cicli di vita, ognuno dei quali implica bisogni, sensibilità e, a volte difficoltà di natura diversa. Parafrasando, infatti, le conclusioni della Convention nazionale se cresce la famiglia, cresce la società e cresce anche l’economia».
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA MAÌA