Sagra del mirto Telti

Olbia, centro massaggi gestisto da cinesi chiuso dalla Guardia di Finanza

OLBIA. Nell’ambito dei controlli coordinati e disposti dal Comando Provinciale di Sassari nel settore del contrasto del lavoro nero e irregolare, le Fiamme Gialle del Gruppo di Olbia hanno avviato un controllo presso un centro massaggi estetici orientali finalizzato, tra l’altro, al controllo sulla regolarità dei requisiti professionali ed autorizzatori. In particolare, i baschi verdi della Guardia di Finanza, hanno effettuato l’accesso nelle ore serali per verificare se, durante l’orario di apertura, fosse presente il responsabile tecnico che, secondo la normativa vigente, deve trovarsi all’interno dei locali in quanto unico soggetto in possesso delle necessarie qualificazioni professionali.

I militari hanno così potuto accertare la mancanza della prescritta autorizzazione comunale necessaria per esercitare legittimamente l’attività di estetista, inoltre è stato possibile rilevare che l’attività risultava formalmente cessata all’esito di un procedimento del giugno 2016. Il titolare dell’esercizio, un cittadino cinese regolare sul territorio, è stato segnalato all’Ufficio SUAP del Comune di Olbia che ha ordinato di provvedere alla cessazione immediata dell’attività. L’attività svolta dai finanzieri comporterà anche l’irrogazione, nei confronti dell’imprenditore, di sanzioni amministrative pecuniarie per alcune migliaia di euro.

L’attività si inserisce nell’ambito delle numerose attività condotte dal Corpo per il contrasto all’abusivismo commerciale che danneggia la libera concorrenza e mette a rischio la salute dei cittadini.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA MAÌA