Violenza di genere, a Olbia il quinto Residenziale RE.LI.VE

OLBIA. Si terrà questo week-end a Olbia presso il Jazz hotel, la tre giorni - dal 4 al 6 ottobre - che vedrà a confronto cinquanta professionisti provenienti da tutta Italia, insieme per l’appuntamento nazionale in occasione del quinto Residenziale RE.LI.VE (Relazioni Libere dalle Violenze). Tre giorni di formazione, scambio, riflessioni su metodologie e aspetti legislativi, che racchiuderanno al loro interno un ulteriore traguardo: i primi dieci anni del CAM (Centro di Ascolto Uomini Maltrattanti), nato a Firenze nel 2009.
Un doppio appuntamento, fortemente voluto dal CAM Nord Sardegna e dalla sua presidente, la dott.ssa Nicoletta Malesa. Una realtà operante nell’isola dal 2014, che ad oggi vanta ben quattro sedi: Olbia, Sassari, Nuoro e Oristano. In collaborazione con tribunali, istituti penitenziari e uffici di esecuzione penale esterna, la realtà sarda, quale primo centro specialistico dell’isola nel recupero degli autori di comportamenti violenti nelle relazioni affettive, è uno dei venticinque Centri che afferiscono al coordinamento nazionale RE.LI.VE.

Rete nazionale e rete europea, considerato che la presidente di RE.LI.VE e fondatrice del CAM Firenze, la dott.ssa Alessandra Pauncz, è anche direttrice esecutiva della WWP – EN (Work WIth Perpetrators), rete europea per il lavoro con gli autori di comportamenti violenti nelle relazioni affettive, fondata a Copenaghen nel 2014, con diciotto membri fondatori di tredici paesi diversi, che ad oggi vanta cinquantasei membri in ben ventinove paesi europei. La tre giorni, normalmente chiusa alla formazione interna, per l’occasione prevederà un giornata di lavori aperta al pubblico: nel pomeriggio di venerdì 4 ottobre, dalle h 15, si susseguiranno interventi e dibattiti con nomi come l’On.le Donatella Conzatti, vice presidente Commissione Parlamentare di Inchiesta sul Femminicidio, l’avvocata Anna Maria Busia, in prima linea da anni contro la violenza di genere, la dott.ssa Carla Barontini, direttrice U.L.E.P.E Oristano e la dott.ssa Chantal Podio, psichiatra.

Aspetti legislativi, sociali e sanitari, con nomi che nelle giornate successive si susseguiranno presso il Jazz Hotel, in un ottica di bilancio che, come dice il titolo del residenziale, vedrà in rassegna “I traguardi del presente e le sfide per il futuro”. L’evento, patrocinato dal Comune di Olbia e dalla Regione Sardegna, vedrà il contributo del Coro Olbia Folk Ensemble, con un breve concerto corale che vuol essere un omaggio della tradizione musicale del territorio.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA