Olbia, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale

OLBIA. La Polizia di Stato ha tratto in arresto un 31enne dell’Arzebaigian per violenza, resistenza a un pubblico ufficiale e rifiuto di indicazione sulla propria identità personale.
Gli agenti del Commissariato P.S. di Olbia, nella notte tra sabato e domenica trascorsi, sono intervenuti nel centro cittadino, ove era stata segnalata una lite tra due persone. Una volta sul posto, gli operatori hanno rintracciato uno dei due contendenti mentre l’altro si era da poco allontanato. Il primo dei corrissanti, un cittadino del centro Africa di vent’anni, in evidente stato di ubriachezza, ha riferito di essere stato colpito da qualcuno ma di non ricordare da chi. A poca distanza dal luogo della lite, in una piazzetta vicina, è stato rintracciato il secondo individuo, anch’egli in evidente stato di ubriachezza. L’uomo, identificato in seguito come cittadino azero, richiedente lo status di rifugiato, si è mostrato subito ostile ad ogni forma di controllo da parte degli agenti. Dapprima si è rifiutato di fornire i propri dati personali ed in seguito ha cercato di colpire gli agenti con pugni e testate.
Tratto in arresto l’uomo di 31 anni è stato condotto in Commissariato e in seguito, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria presso il carcere di Nuchis.  

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA TÌROS