EMERGENZA CORONAVIRUS

Il segretario generale della Cisl sarda Carta chiede l'approvazione della manovra finanziaria

OLBIA. "Accanto alle prescrizioni sul coronavirus il Presidente e la Giunta regionale hanno il dovere di adottare decisioni urgenti, che loro competono, in fatto di lavoro e attività produttive. E’ infatti ulteriormente grave il ritardo sull’approvazione della manovra finanziaria e di bilancio per il 2020, che sta causando danni all’economia dell’Isola, aggravati oggi dalle problematiche indotte dall’emergenza sanitaria in atto.
I ritardi nella spesa e nei pagamenti da parte della Regione, in quella certificata relativa ai fondi strutturali europei, negli interventi utili a ridurre la disoccupazione, nel necessario sostegno alle imprese e ai lavoratori, si sommano alla particolare e negativa congiuntura, da corona virus, che impatta sul lavoro i servizi e la produzione.
Ciò postula l’evidente necessità di ulteriori ed urgenti misure in direzione della protezione di interi settori pubblici e privati sia sul versante delle imprese ed amministrazioni che dei lavoratori coinvolti.
Si tratta dunque di condividere con le forze sociali ed economiche, con gli Enti Locali, un piano emergenziale per contrastare il coronavirus sul versante sia sanitario che dei riflessi sulla produzione e sui servizi, recuperando nell’immediato il ritardo sulla legge di stabilità e bilancio, adeguando le misure economiche all’emergenza in atto e insieme liberando la spesa della Regione, con provvedimenti urgenti verso tutti gli uffici in tal senso e verifiche costanti sui tempi di attuazione delle procedure da attivare.
In questa delicata fase, la condivisione delle risposte da dare alla crisi ed alla emergenza in atto è una scelta indispensabile per garantire la buona riuscita degli interventi, adottando i provvedimenti opportuni, nell’interesse di tutti i sardi.
Il Presidente coinvolga dunque le rappresentanze del lavoro e del sistema  economico e promuova tutti gli atti politici e amministrativi di competenza della Giunta regionale, al fine di  rendere efficiente ed efficace l’azione plurale e complessiva e l’azione dell’Ente Regione in particolare, come l’emergenza in atto richiede".
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA MAÌA