Posizionati 350 nuovi pali e insegne nell'agro di Arzachena

OLBIA. Arrivano vie e numeri civici nell’agro di Arzachena, densamente abitato con lottizzazioni, frazioni e borghi estesi tra 220 chilometri quadrati di territorio. Completata la fase 1 nel centro urbano, la fase 2 del progetto “Toponomastica” mappa per la prima volta le località campestri dove migliaia di abitazioni sono finalmente rintracciabili e raggiungibili dai servizi postali, dai corrieri, dai servizi di emergenza grazie a 350 nuovi pali e altrettanti cartelli indicatori. La ditta incaricata nel 2019 per la realizzazione e il posizionamento della nuova cartellonistica, completa di logo del Comune, ha ripreso le attività a tempo pieno dopo il lockdown per recuperare i mesi persi a causa della pandemia da Covid-19. Il progetto è curato dall’assessore alla Viabilità e Polizia locale, Salvatore Mendula, e finanziato con circa 40 mila euro.

“Un progetto ambizioso e organico inserito tra gli obiettivi del nostro mandato che diventa finalmente realtà. Un passo avanti fondamentale per la regolarizzazione e la mappatura del territorio e il miglioramento dei servizi al cittadino - precisa Mendula -. Abbiamo mantenuto l’uso dei toponomi originari, cercando di privilegiare l’asse viario comunale e vicinale in modo che si chiuda al più presto con la prossima fase di numerazione. Prima di attribuire i numeri civici, però, diamo un mese di tempo ai cittadini per segnalarci eventuali anomalie o mancanze, così da perfezionare il più possibile la pianificazione di vie e strade”.
Tra le località interessate dal progetto quelle di Monticanaglia, La Conia, Santa Teresina, Mirialveda, Surrau, Micalosu, Nialiccia, La Mendula dove risiedono migliaia di cittadini.

Fino a metà luglio, è possibile segnalare eventuali anomalie o mancanze al Comando di Polizia municipale che coordina le attività scrivendo un’email all’indirizzo cossu.giacomo@comarzachena.it . Gli agenti effettueranno un sopralluogo prima di procedere con le integrazioni richieste.  Una volta completata l’assegnazione dei numeri alle singole abitazioni, gli utenti dovranno regolarizzare i documenti contattando l’ufficio Anagrafe e l’ufficio Tributi.

“Un traguardo importante a cent’anni dall’autonomia del Comune di Arzachena che garantisce ordine e sicurezza - conclude Mendula -. Molti utenti hanno già espresso apprezzamenti per l’iniziativa dopo anni di attesa. Il prossimo passo sarà quello di coordinare e incrociare verifiche su dati catastali e anagrafici per combattere gli abusi in campo edilizio e ambientale finora difficili da stanare”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA