Olbia, sequestrate 8mila mascherine FFP2 anti-covid non a norma

OLBIA. Nell’ambito delle attività finalizzate alla tutela della sicurezza e della salute dei cittadini, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Sassari hanno sequestrato circa 8mila mascherine del tipo FFP2, importate dalla Cina.  La merce è stata rinvenuta, nel corso di un controllo a posteriori, presso un’attività commerciale di Olbia, individuata grazie a un’accurata analisi dei rischi territoriale e mettendo a frutto le segnalazioni provenienti dalla Direzione Antifrode e Controlli.

Dall’esame documentale e fisico delle mascherine (DPI), è emersa l’assenza della prescritta documentazione di conformità. Sui dispositivi risultava apposto il marchio CE in mancanza della dichiarazione di conformità, in violazione della normativa vigente. Il titolare dell’attività è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria, tra l’altro, per i reati di frode nell’esercizio del commercio, immissione sul mercato di prodotti non sicuri in violazione del Codice del consumo, uso di prodotti industriali con segni falsi o contraffatti.
Il sequestro si inquadra nell’attività di prevenzione e contrasto agli illeciti che vede ADM impegnata con l’obiettivo di assicurare al consumatore finale un prodotto che garantisca uno standard qualitativo idoneo contro il COVID-19.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione