Truffa online a Buddusò, vendono motore inesistente: denunciati madre e figlio

OLBIA. Ieri, i carabinieri della stazione di Buddusò, dopo complesse indagini successive alla ricezione di una querela di un’abitante di quel comune, hanno denunciato in stato di libertà un allevatore 29enne e sua madre di 62 anni, commerciante – entrambi abitanti a Quartu S.Elena, già noti alle forze dell’ordine. Le due, tramite un falso account facebook, hanno messo in vendita sul marketplace del social network il motore di un pick-up per la cifra di mille euro ma, dopo aver ricevuto il pagamento sulla postepay intestata alla donna, non lo hanno consegnato, cancellando annuncio e account per far perdere le proprie tracce.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA