Nominata la Consulta regionale per il cinema, ecco chi sono i componenti

OLBIA. Nominata dalla Giunta Regionale la Consulta regionale per il cinema.
“I componenti - ha detto l’assessore regionale allo Spettacolo, Andrea Biancareddu - sono stati nominati, per la durata della legislatura,  tra persone di riconosciuta e documentata competenza, previo parere della competente Commissione Consiliare.”   Essendo scaduta la precedente Consulta regionale per il cinema, l’assessorato della Pubblica Istruzione e Spettacolo, ha ritenuto opportuno pubblicare, ai fini della ricostituzione dell'organo, sul sito della Regione Sardegna, apposito avviso per la manifestazione di interesse al fine di acquisire candidature da parte di soggetti interessati.

Fanno parte della Consulta, l'Assessore regionale competente o un suo delegato, che la presiede, un componente scelto fra gli autori cinematografici, un componente scelto fra produttori, distributori ed esercenti, un componente scelto tra esponenti delle associazioni di cultura cinematografica operanti nel Territorio, un esperto in materia di cinema scelto tra docenti universitari di ruolo in discipline cinematografiche o tra critici cinematografici iscritti alle organizzazioni di categoria, un rappresentante della Fondazione Cineteca regionale sarda e un rappresentante dell'Osservatorio regionale per la lingua e la cultura sarda.
Valutati i curricula ed il possesso dei requisiti di professionalità ed esperienza specifica, sono stati nominati,  Paolo Angioni, componente, autore cinematografico, Daniele Benedetto Monachella, componente produttore, distributore, ed esercente, Guglielmo Aru, componente, esponente delle associazioni di cultura cinematografica operante nel territorio, Marco Cocco, componente, esperto in materia di cinema scelto tra docenti universitari di ruolo in discipline cinematografiche o tra critici cinematografici iscritti alle organizzazioni di categoria e Nevina Satta, componente, Direttore della Fondazione Sardegna Film Commission

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA