"Un arcipelago senza plastica", i volontari dell'associazione lanciano l'allarme

OLBIA. Il gruppo dei volontari di "Un arcipelago senza plastica’" suonano il campanello d’allarme segnalando l’aumento di discariche nelle zone interne dell’arcipelago. Infatti, nelle tre uscite durante la settimana appena trascorsa hanno raccolto circa 3,5 tonnellate di ogni tipo di rifiuto nelle zone interne di La Maddalena. Rifiuti rinvenuti tra la vegetazione lontano dalla strada principale e scoperti grazie al continuo controllo dei volontari e di un drone.

Oltre ad aver recuperato oltre un migliaio di bottiglie di vetro anche molti copertoni con cerchioni, termosifoni, scaldabagno, un notevole quantitativo di materiale elettrico e componenti di computer e giochi, plastica e materiale vario. A questi nuovi interventi vi hanno preso parte in totale 28 volontari. Tra le persone impegnate anche le guide del parco della società Semata (Presidente Paola Tuveri). In tre anni i volontari hanno raccolto circa 78 tonnellate in 41 uscite di gruppo di ogni tipo di materiale.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA