Grande successo per "Le settimane gratuite della Prevenzione" promosse da Smeralda Holding

OLBIA. Sono state circa 500 le visite di controllo rispetto alle 300 inizialmente programmate. Può considerarsi un successo e un modello vincente l’iniziativa  “Le Settimane gratuite della Prevenzione”, inserita nel programma di “Smeralda Holding per il territorio”, che fino alla fine di febbraio ha offerto ai cittadini residenti ad Arzachena e Olbia la possibilità di effettuare gratuitamente visite di controllo al fine di prevenire l’eventuale insorgenza di malattie o individuare possibili fattori di rischio, così da poter intervenire tempestivamente modificando comportamenti e stili di vita.
Un vero e proprio boom di richieste dei cittadini residenti nei Comuni di Arzachena e Olbia che ha spinto Smeralda Holding – società del Gruppo Qatar Holding, proprietaria dei principali asset turistici della Costa Smeralda – ad allungare la durata dell’iniziativa. Inizialmente, infatti, era previsto circa un mese di visite di controllo gratuite, dal 17 gennaio al 19 febbraio ma, a seguito della grande richiesta da parte della cittadinanza, si è deciso di terminare l’attività alla fine di febbraio e di accogliere 200 richieste in più rispetto alle 300 che erano state preventivate.
Smeralda Holding, infatti, è da sempre attenta al benessere e alla qualità della vita della comunità in cui opera, promuovendo iniziative con l’obiettivo di contribuire alla crescita sociale e allo sviluppo sostenibile del territorio. Dopo aver lanciato lo scorso dicembre le nuove edizioni dei corsi di lingue, tennis e golf per bambini e adulti, il programma “Smeralda Holding per il territorio” si è quindi arricchito di questo nuovo progetto denominato “Le Settimane gratuite della Prevenzione”, che ha avuto l’obiettivo di informare e sensibilizzare i cittadini rispetto ad un tema di fondamentale importanza per la salute. Grazie alle visite di controllo, quindi, circa 500 persone hanno potuto informarsi per prevenire l’eventuale insorgenza di malattie o individuare possibili fattori di rischio.
L’attività si è svolta tutti i giorni, domeniche escluse, nell’ambulatorio dei  Servizi Medici a Porto Cervo. Le visite sono state finalizzate alla prevenzione di neoplasie mammarie, Ictus, melanoma, accidenti cardiovascolari e ipertensione, diabete e obesità, tumore alla prostata. Oggi la letteratura scientifica dimostra, infatti, che un’adeguata attività di prevenzione è in grado di ridurre l'incidenza delle malattie e il tasso di mortalità e che altrettanta importanza riveste in tal senso la diagnosi precoce. Ci sono malattie e determinate tipologie di tumore che si possono in parte prevenire e alcuni studi confermano che quasi l'80% dei casi di malattie cardiache e gli ictus possono essere evitabili se le persone sono disposte a modificare per tempo il proprio stile di vita.
“Siamo assolutamente soddisfatti del successo di questa iniziativa con la quale abbiamo cercato di dare un supporto concreto alla nostra comunità sostenendo i costi di esami e visite  - ha dichiarato Mario Ferraro, CEO di Smeralda Holding –. L’apprezzamento mostrato dalle persone rappresenta per noi una conferma e uno stimolo a proseguire con nuove iniziative sul tema della salute e del benessere, mantenendo alta l’attenzione su abitudini, comportamenti e stili di vita che possono aiutarci ad avere una migliore qualità della vita”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione