Cooperative, dal 4 aprile aperte le domande per i contributi dell'annualità 2022

OLBIA. Si apre il 4 aprile la finestra temporale a disposizione delle cooperative e dei consorzi di cooperative che potranno accedere ai contributi per l’annualità 2022. “Innovazione e strategia sono le parole d’ordine attraverso le quali vogliamo sostenere, con un robusto aiuto fisato complessivamente in 2 milioni di euro, un settore che consideriamo di vitale importanza perché in grado di favorire lo sviluppo economico e la crescita dei livelli occupazionali in Sardegna”, ha spiegato l’Assessore del lavoro, Alessandra Zedda, ricordando i punti salienti della misura.

Il contributo consiste in un aiuto in conto capitale a favore delle Cooperative e dei Consorzi di Cooperative che presentino un piano di investimento finalizzato al raggiungimento di specifici obiettivi di innovazione e miglioramento competitivo della propria attività. Il soggetto proponente dovrà dare evidenza degli investimenti che intende realizzare, specificando l’obiettivo che si intende perseguire con il finanziamento pubblico. Tecnicamente, l’aiuto consiste nel riconoscimento del 50% delle spese ammissibili al netto dell’IVA calcolato sulla base di quanto dichiarato nei Piani di Investimento, e comunque non superiore a 22.500 euro (l’importo dei Piani di Investimento ammissibile non potrà essere inferiore a 10.000 euro). Il termine entro il quale le Cooperative e i Consorzi di Cooperative a mutualità prevalente, potranno effettuare le spese (Piani di Investimento), è ricompreso tra la data di pubblicazione dell’avviso e il 31 dicembre 2022.

Le domande di aiuto telematiche (DAT) riguardano le realtà che non hanno beneficiato dell’aiuto nelle precedenti annualità 2020 e 2021. La presentazione della domanda di Aiuto telematica (DAT), potrà essere presentata a partire dalle ore 10 del 4 aprile 2022 ed entro le ore 23.59 del 2 maggio 2022, esclusivamente utilizzando l’apposito applicativo SIL all’indirizzo www.sardegnalavoro.it . L’ordine cronologico di invio telematico delle stesse costituisce unico elemento di priorità nell’assegnazione dell’aiuto.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione