Tutto pronto per il Premio Costa Smeralda con la presenza del Nobel Pamuk

OLBIA. È in programma sabato 28 maggio alle ore 17.30 al Conference Center di Porto Cervo la Cerimonia di premiazione del Premio Costa Smeralda 2022, organizzato e promosso da Consorzio Costa Smeralda, presieduto da Renzo Persico con la direzione artistica di Stefano Salis. Nel corso dell’appuntamento conclusivo del Premio, aperto a tutti a ingresso libero e affidato alla conduzione della giornalista Roberta Floris, verranno proclamati i due vincitori assoluti delle categorie premiate, che sono quelle di Narrativa e Saggistica, individuati da una giuria di indiscutibile qualità e composta da: Lina Bolzoni, Marcello Fois, Elena Loewenthal e Chiara Valerio, guidati da Stefano Salis.

Partner e sponsor principale della manifestazione è Smeralda Holding che mette a disposizione i suoi hotel Cala di Volpe, Pitrizza, Romazzino e Cervo, sia per l’ospitalità che per la ristorazione, oltre al supporto organizzativo.

Il Premio, che rilancia l’appuntamento con la grande letteratura e la grande cultura in Costa Smeralda, si rivolge a tutto il panorama della produzione editoriale italiana nell’arco dell’anno, tra una edizione e l’altra, includendo eccezionalmente per questo 2022 le opere uscite nei due anni della pandemia, con l’ambizione di segnalare opere di narrativa e di saggistica particolarmente meritevoli all’interno del vasto panorama culturale italiano. La partecipazione è per semplice cooptazione e all’interno delle due categorie premiate. I finalisti dell’edizione 2022 del Premio Costa Smeralda per la Saggistica sono: Roberto Casati con “Oceano. Una navigazione filosofica” (Einaudi, 2022); Benedetta Craveri con “La contessa” (Adelphi, 2021) e Carlo Ossola con “Personaggi della Divina Commedia” (Marsilio, 2021). La terzina della Narrativa è invece composta da: Silvana La Spina con “L’uomo del Vicerè” (Neri Pozza Editore, 2021); Michele Mari con “Le maestose rovine di Sferopoli” (Einaudi, 2021) e Lidia Ravera con “Avanti, Parla” (Bompiani, 2021).

Durante la cerimonia di premiazione, che sarà aperta dall’esibizione di uno dei personaggi più interessanti della scena jazz, il poliedrico musicista nuorese Gavino Murgia, saranno assegnati anche due riconoscimenti speciali. Il Premio Cultura del Mediterraneo, attribuito a una personalità che si è distinta per la valorizzazione delle culture del nostro mare e dei popoli che lo abitano, che quest’anno va a Giuseppe Barbera, professore ordinario di Colture Arboree all’Università di Palermo, che con i suoi libri di storia naturale ha vinto numerosi premi, tra cui il prestigioso Grinzane Cavour per Tuttifrutti. Viaggio tra gli alberi da frutto mediterranei, fra scienza e letteratura. Infine, il Premio Internazionale per il 2022 è assegnato allo scrittore turco Orhan Pamuk, premio Nobel per la Letteratura e autore di romanzi indimenticabili come Il museo dell’Innocenza e Istanbul, che insieme ai finalisti prenderà parte alla cerimonia finale.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche