A Olbia il nuovo comandante dei carabinieri Michele Monti

di Davide Mosca
OLBIA. «Farò tutto il possibile per aiutare le persone con i servizi di prevenzione, ma anche con la vicinanza a chi ne ha bisogno che siano residenti o turisti. Spero di essere all'altezza del mio predecessore». Si è presnetato con queste parole alla stampa il neo comandante del reparto territoriale di Olbia, il tenente colonnello Michele Monti, che ha appena preso il testimone del tenente colonnello Davide Crapa che qualche giorno fa è volato a Roma per ricoprire un prestigioso incarico al comando generale dell'Arma dei Carabinieri. Monti, 45 anni, originario di Roma ha ricoperto negli ultimi quattro anni il ruolo delicato di comandante del nucelo operativo radiomobile di Palermo. Prima di allora ha frequentato brillantemente l'accademia militare di Modena, transitato per il reggimento a cavallo dei carabinieri, partecipato ad una missione delle Nazioni Unite in Etiopia ed Eritrea per poi essere trasferito nei vari reparti territoriali tra Calabria e Sicilia. Insieme al tenente colonnello Michele Monti è arrivato anche il tenente Emanuele D'Auria che, invece, coordinerà il nucelo operativo radiomobili del reparto. Nel corso della conferenza stampa il nuovo comandante Monti ha espresso tutta la sua meraviglia per un territorio che ha definito "unico"e ha poi epsresso alcune considerazioni sul reparto che ha trovato. «Ho trovato un reparto numericamente robusto e con un'ottima dotazione di mezzo, mi fa piacere inoltre che tra i militari, uomini e donne, in forze molti di loro siano sardi, perché conoscono il territorio e perché potranno essermi di fondamentale supporto. Nel frattempo sto procedendo con gli incontri istituzionali, tra questi il prefetto di Sassari, il procuratore della Repubblica e nei prossimi giorni anche i sindaci del territorio».
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA