Massimo Recalcati a Olbia per il kindness day

OLBIA. Anche Olbia sceglie di diventare Città Gentile: sarà il 4° comune in Sardegna e il 59° in Italia ad abbracciare la gentilezza e riconoscerla come medicina naturale a beneficio della comunità e del territorio.
Giovedì 13 giugno alle ore 19.30 in Piazza Crispi incontri e spettacoli celebreranno il valore della gentilezza, in occasione dell'adesione ufficiale del Comune al Movimento Italia Gentile e alla sua espressione internazionale, l'International Kindness Movement, progetto fondato dal biologo naturalista e scrittore sardo Daniel Lumera e promosso in Italia dall'Organizzazione di Volontariato My Life Design.

L'evento inizierà con i saluti istituzionali e la firma del “Manifesto delle Città Gentili” da parte del Sindaco Settimo Nizzi, gli interventi di Simonetta Lai, Assessora alle Politiche Sociali e Caterina Sotgia, Direttrice dell'ASCO e ambasciatrice del movimento in Sardegna. La serata procederà col monologo dedicato al tema di Massimo Recalcati, psicoanalista, docente universitario e saggista, seguito da una lectio di Daniel Lumera, esperto internazionale di scienze del benessere, sulla “biologia dei valori” e dal dialogo sulla vita e la gentilezza, moderato dalla direttrice artistica dell'evento e coordinatrice del movimento internazionale Felicia Cigorescu.

Completano le suggestive coreografie di artisti di fama internazionale chiamati a declinare la gentilezza nell'arte del movimento. Olbia abbraccia, così, la “biologia dei valori” a beneficio dei propri cittadini e dell'ambiente, con l'impegno a realizzare progetti ispirati ai valori di gentilezza, gratitudine, felicità, perdono e ottimismo, che studi scientifici hanno dimostrato avere un impatto sul nostro DNA, andando a contrastare i mali del nostro secolo, come ansia, stress e depressione, e diffondersi positivamente nelle nostre relazioni e nella società in cui viviamo, con ripercussioni positive anche in termini di sostenibilità ambientale.
Il progetto dei Comuni Gentili nasce con l'obiettivo di valorizzare la relazione tra istituzione, cittadino, territorio e natura, attraverso la promozione di una nuova educazione alla consapevolezza e al benessere individuale, relazionale e collettivo, e l'impegno in progetti ad alto impatto sociale per la comunità.
L'attività di Olbia parte dalla sua vocazione turistica, promuovendo il Kind Tourism, progetto proposto dall'International Kindness Movement fondato su valori umani condivisi e sul rispetto dell'ambiente e dell'ecosistema. Il turismo del futuro è destinato a diventare un turismo gentile, che non si limita a restituire con consapevolezza ciò di cui beneficia, ma si occupa di lasciare il luogo visitato migliore di come lo abbia trovato. Inoltre, non manca l'attenzione alla qualità della vita della cittadinanza e la promozione territoriale attraverso la cultura, espressione di gentilezza verso le persone e i territori.

Il Sindaco Settimo Nizzi così commenta: «Aderiamo con grande entusiasmo al progetto che rispecchia l'anima di Olbia: città dell'accoglienza e della solidarietà, l'iniziativa vuole in qualche modo certificare e incentivare questa tendenza che è da sempre una delle caratteristiche degli abitanti del nostro territorio».
«La gentilezza è l'elemento prioritario ed essenziale per poter ricevere le persone e farle sentire a proprio agio – afferma Simonetta Lai parlando del settore servizi alla persona del Comune -. Gentilezza non è solo salutare e ringraziare, ma aprire virtualmente le braccia verso gli altri e accoglierli in modo aperto, sincero e senza alcun pregiudizio».

Dichiara Daniel Lumera: «Sono molto felice che Olbia abbia scelto di entrare a far parte del Movimento Italia Gentile e della sua espressione internazionale, l'International Kindness Movement. Significa declinare concretamente la gentilezza nell'ambito del turismo, nell'educazione scolastica, nelle professioni sanitarie, nella cura dell'ambiente, a partire dagli spazi pubblici, creando luoghi appositamente dedicati ad allenare questo importante valore nella quotidianità. È, inoltre, un'opportunità per fare rete a livello internazionale con le altre realtà aderenti, condividendo pratiche e idee virtuose, come, tra le varie progettualità a cui stiamo lavorando, il progetto dedicato al Kind Tourism, che rappresenta un investimento sul benessere e la qualità della vita dei cittadini e dei visitatori».
La partecipazione è a ingresso gratuito con prenotazione consigliata su www.eventbrite.it

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche