Cristina Chiabotto e Federica Fontana a Golfo Aranci per SEAtizen Science

OLBIA. Contribuire attivamente e partecipare alla ricerca scientifica non è più solo prerogativa di pochi ricercatori o scienziati. Ma grazie al progetto SEAtizen Science ideato da Worldrise con il sostegno dell'azienda Bionike a Golfo Aranci chiunque può partecipare a delle vere e proprie spedizioni scientifiche di campionamento e monitoraggio. Magari dopo le attività ludiche, un allenamento di nuoto, una pagaiata al tramonto un'immersione ricreativa. Per conoscere meglio le meraviglie dei nostri mari e i suoi straordinari abitanti, ma anche per capire meglio le problematiche che lo affliggono e che ne mettono a serio rischio lo stesso futuro. Per conoscere anche le corrette pratiche e azioni che ognuno di noi può fare nel proprio piccolo. Perché come dicono dalle parti di Wolrdrise “ogni goccia conta”. E negli scorsi giorni è andata in scena la prima puntata del nuovo progetto SEAtizen Science che si inserisce all'interno della partnership denominata 
“Un mare di Stelle” tra Bionike azienda leader nel campo della cosmetica e Worldrise, tra le organizzazioni più attivi nel campo della tutela del mare. Madrine d'eccezione dell'evento Cristina Chiabotto e Federica Fontana che hanno partecipato a tutte le attività organizzate dal team di Worldrise all'interno dell'area di conservazione marina SEAty di Golfo Aranci. Con loro c'erano anche un gruppo di talentuose influencer che hanno documentato a colpi di post sui social la bellezza del mare di Sardegna, ma anche le attività svolte a terra e in mare. Tra yoga, snorkeling per visitare la Seaty sommersa, dolphin watching e tanto altro. Nel corso dell'evento si è tenuta anche la conferenza stampa di presentazione del nuovo progetto che ha visto la partecipazione di Mariasole Bianco, Presidente di Worldrise, il team di Bionike, Cristina Chiabotto e Federica Fontana nella splendida cornice dell'Hotel Gabbiano Azzurro. La giornata è culminata con la cena alla Spigola dove i partecipanti hanno potuto assaggiare i piatti composti con prodotti a chilometro zero e cosiddetti sostenibili. Seatizen science dà appuntamento alla comunità locale e ai turisti in tre giornate da Giugno ad Agosto, durante quali – grazie al sostegno di BioNike e al supporto dei biologi marini di Worldrise – potranno sperimentare e imparare le tecniche di Citizen Science nel loro quotidiano.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche