Venerdì 7 convegno a Olbia sulla malattia oncologica

OLBIA. La malattia oncologica sotto la lente d'ingrandimento, affrontata con un approccio multidisciplinare per approfondire gli aspetti della prevenzione, della cura e i profili bioetici e legali. Sono questi i temi principali che saranno toccati durante il convegno “La malattia oncologica”, organizzato dalla Asl Gallura e dall'Associazione Sole Onlus con il patrocinio del Comune di Olbia. L'appuntamento, aperto a tutti i cittadini, è per venerdì 7 giugno, alle ore 15.00, al Museo Archeologico. L'Associazione Sole Onlus è una struttura umbra che anche in altre occasioni si è fatta promotrice, in collaborazione con la Asl Gallura, di iniziative di sensibilizzazione e informazione sulla prevenzione, sia tra i cittadini che nelle scuole. 

L'incontro di venerdì è finalizzato a fornire una maggiore conoscenza dell'evento tumorale e rientra nei programmi di prevenzione primaria, che oltre ad indicare i più corretti stili di vita da adottare hanno come obiettivo una conoscenza più esaustiva della patologia neoplastica, seconda per decessi solo alle malattie cardiovascolari. Il tavolo dei relatori è altamente qualificato. Introdurranno i lavori il Sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, e Giorgio Capodanno, Responsabile della struttura di Sole Onlus. Seguiranno le relazioni del Dott. Gianfranco Bardino, dirigente medico in forza all'Unità Operativa di Oncologia della Asl Gallura, del Dott. Lucio Romano, bioetico e membro del Comitato Scientifico del Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica (CIRB), e del Magistrato Arcibaldo Miller, già capo dell'Ispettorato generale del Ministero della Giustizia. Alle parole dell'oncologo medico, che esporrà in modo semplice e chiaro che cosa è la malattia oncologica, seguirà l'intervento del bioetico e medico docente di Bioetica presso la Pontificia Facoltà biologica dell'Italia meridionale, che riferirà sugli aspetti bioetici del fine vita. I temi giuridici e legali del fine vita saranno al centro dell'intervento del magistrato. Le conclusioni verranno affidate al Direttore Sanitario della Asl Gallura, Raffaele De Fazio, che illustrerà le attività poste in campo dalla Asl Gallura nell'assistenza a trecentosessanta gradi dei pazienti presi in carico dall'azienda sanitaria.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche