Grande successo per gli Internazionali d'Italia di Supercross a Olbia

OLBIA. La seconda edizione del Supercross di Olbia non ha deluso le aspettative del pubblico, che ha potuto assistere gratuitamente alla manifestazione grazie al sostegno di Regione Sardegna e Comune di Olbia.
Oltre al Supercross, l'Evento ha offerto spettacoli di Freestyle Motocross, Trial Action, Stunt Rider, Buggy Flip, attività che hanno completato l'atmosfera Race, impreziosita da momenti musicali e danza Hip Pop.
Tutte le classiche di giornata sono anche le provvisorie di Campionato.
Superfinale – Come sempre combattuta e spettacolare la Superfinale che ha visto misurarsi i migliori classificati della Supercross 450 e della Lites. Filippo Zonta (KTM – Amsil Racing Team) ha sfoderato tutta la sua classe prendendo il comando nel corso del primo giro e mantenendolo fino alla bandiera a scacchi, seguito a soli 6” di distacco da un ottimo Paolo Ermini (Husqvarna – Bisso Galeto). Terzo Raffaele M. Giuzio (KTM – Cairatese), in gara con la piccola 450. Rimane fuori dalla Superfinale per un infortunio uno dei possibili protagonisti, Lorenzo Camporese (Kawasaki-Gaerne).

Supercross 450 – Al via della Main Class è il vincitore della scorsa edizione degli Internazionali d'Italia Filippo Zonta (KTM – Amsil Racing Team) a prendere il comando delle operazioni superando di slancio alla prima curva Lorenzo Camporese (Kawasaki – Gaerne). Alle sue spalle Camporese tiene bene il ritmo fino a quando perdendo il controllo della moto si procura una botta al ginocchio sx che lo costringe al ritiro. In seconda posizione a soli 6” di ritardo finisce Paolo Ermini (Husqvarna – Bisso Galeto), terzo Michele P. D'Aniello (Suzuki – Orbassano Racing).
Lites 250 – Grande spettacolo nella Lites che è vissuta sulla sfida tra Giacomo Bosi (GasGas – Predappio), Davide Brandini (KTM – Erresse) e Raffaele M. Giuzio (KTM – Cairatese), finiti nell'ordine al termine del Main Event.
SX Junior 125 – bella battaglia per le prime posizioni anche in questa classe, che ha visto salire sui due gradini più alti del Podio gli alfieri del Team JK, rispettivamente Giorgio Orlando (Yamaha – Liguria Racing) e Alessandro M. Di Pietro (Yamaha – MC Tuscania). Il gradino più basso del Podio è andato al locale Samuele Piredda (KTM – Sas Taras Padru).
SX Junior 85 – Grandi colpi di scena nella classe 85 che, come nel 2023, è stata vinta da Simone Beccari (Husqvarna – Crostolo), seguito da Elia Fulco (KTM – Arco) e Samuel Soro (KTM – Bruschi Polidoro Tempio), giunto terzo con un solo secondo di ritardo.

SX Junior 65 – Nella gara di Olbia sono scesi per la prima volta in pista anche i mini-piloti della classe 65, che in questo 2024 saranno presenti in ogni gara. Ad imporsi è stato il sardo Samuel Cugusi (Yamaha – Lazzaretto) che ha vinto qualifica e main event. Alle sue spalle seconda posizione per Michele Farris (Gas Gas – Terralba) e Giovanni E. Sanna (KTM – Stop e Go). Il primo fuori dal Podio è giunto Ettore Barabino (Yamaha – Stop e Go).

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche