Olbia, Italia e Spagna insieme per il super telescopio europeo a Sos Enattos

OLBIA. Questa mattina, a Olbia, è stato firmato un importante accordo di cooperazione scientifica tra Italia e Spagna. La cerimonia ha visto la partecipazione di rappresentanti governativi, accademici e delle principali istituzioni scientifiche dei due paesi. L’accordo, frutto di mesi di negoziazioni, mira a rafforzare la collaborazione in ambiti cruciali e in particolare modo al supporto della candidatura del sito di Sos Enattos come base del più grande telescopio europeo di onde gravitazionali. Presente il ministro Anna Maria Bernini i9nsieme vice ministro spagnolo della Scienza, Ricerca e Innovazione, Juan Cruz Cigudosa, per siglare formalmente l’accordo di cooperazione scientifica Italia-Spagna. La firma si è tenuta nella sala consiliare del comune di Olbia. «Qui conta il cuore e qui c’è tutto -ha spiegato la Bernini - . C’è Lula, c’è la Regione, c’è il Governo. Noi abbiamo voluto firmare questo accordo di collaborazione che è un supporto della Spagna a Sos Enattos e lo abbiamo voluto fare qui in Sardegna e non a Roma. C’è la testa con l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e l’istituto di fisica nucleare, l’istituto nazionale di astrofisica che stanno facendo già i rilievi nel sito di Sos Enattos. Oltre al cuore e alla testa ci sono i finanziamenti con 950 milioni di euro del governo più i finanziamenti della regione. Ci siamo tutti e noi crediamo in questo progetto nella forza scientifica di questo progetto, ma anche nella sua meravigliosa capacità di rendere questa regione più ricca e creare lavoro e attrarre una comunità scientifica che crea lavoro e dà lavoro.” Con la firma di oggi, Italia e Spagna dimostrano il loro impegno verso un futuro di progresso scientifico e tecnologico, che non solo beneficerà i due paesi ma contribuirà significativamente al progresso dell’intera comunità internazionale.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche