Università: Assolombarda, in regione 13mila studenti internazionali (+2,4%) (2)

cronaca
AdnKronos
(AdnKronos) - Il rapporto mette in luce un sostanziale bilanciamento tra i generi (52,2% femmine e 47,8% maschi) tra gli studenti internazionali che frequentano gli atenei lombardi. La maggior parte è iscritta a corsi di laurea di I, II livello e ciclo unico (90,5% degli studenti internazionali), mentre il restante (9,5%) è impegnato in corsi post lauream come dottorati, master e scuole di specializzazione. Per quanto riguarda la provenienza geografica, il 42,6% arriva dall’Europa e il 38,4% dall’Asia ma in termini assoluti la nazionalità più rappresentata è quella cinese con 2.017 studenti, seguita dall’Iran (876 studenti), dall’India (752 studenti) e dalla Svizzera (751 studenti). Rispetto ai colleghi lombardi, inoltre, gli studenti internazionali scelgono più frequentemente corsi Stem (50,1% contro 40%) e, in misura ancora maggiore, corsi di arte e design (6,1% contro 1,4%). Un risultato probabilmente legato anche al prestigio del made in Italy e all’elevata reputazione internazionale di Milano nel settore del design e creativo.Cresce poi il numero di studenti coinvolti in programmi di mobilità. Rispetto all’anno 2015 – 2016, sono 17.820 in totale (+5,3%), di cui 10.737 sono italiani in uscita (+0,6%) e 7.083 sono stranieri in entrata (+13,2%). Dallo studio emerge, infine, come le università lombarde e in particolare quelle milanesi, se confrontate con il resto degli atenei italiani, si distinguano per il numero di corsi offerti in lingua inglese: rispettivamente il 24,2% e il 28,7% del totale contro il 16,3% italiani.

Leggi anche

SIDDURA