Ue: Mattarella, non è un comitato d'affari (3)

politica
AdnKronos
(AdnKronos) - "È il cammino della cittadinanza europea che va percorso con lena e coraggio. E’ responsabilità comune -ha quindi esortato Mattarella- far sì che l’attuazione dei principi elaborati a Göteborg sia parte dell’agenda che animerà il dibattito in vista dell’ormai vicino avvio del prossimo ciclo istituzionale, con l’appuntamento elettorale per il Parlamento europeo". "La cultura che ci ha unito e ci unisce, ci rende orgogliosi del nostro essere europei. Figli di Dante, Cervantes, Shakespeare, Descartes, Goethe, Andersen, Joyce, Strindberg e Bergman e, contemporaneamente, figli di un’epoca in cui le nozioni di spazio e tempo sono radicalmente mutate. Proprio grazie a Istituzioni come quella che oggi ci ospita, sono convinto -ha concluso il Capo dello Stato- che saremo capaci di trasmettere questa immensa e preziosa 'umanità di valori' a chi verrà dopo di noi e, al tempo stesso, proporla al mondo come esperienza di pacifica convivenza, alla quale poter sempre e costantemente attingere".

Leggi anche