Sanità: Zaia, fake news voci di ridimensionamento' (2)

cronaca
AdnKronos
(AdnKronos) - “Tra le fake news che circolano, questa volta da parte di qualche sindacato, c’è poi che i medici in Veneto sarebbero pagati anche 7.000 euro meno di altri – ha poi detto il Governatore – ma ho fatto verificare dai tecnici della nostra Azienda Zero e il Veneto è al quarto posto in Italia per livello delle retribuzioni. Premesso che, se potessi dare anche un euro in più ai nostri medici, lo farei perché lo meritano – ha aggiunto – nei conteggi nazionali fatti circolare c’è qualcosa che non va. Temo che si sia fatta un’operazione fuorviante: preso il totale dei medici lo si è diviso per la somma delle retribuzioni. Così non va bene – ha ammonito – perché, per esempio, ci sono Regioni dove esistono più primari che reparti. Bisogna fare un conteggio rispetto a ogni categoria di medici: i primari con i primari, gli aiuti con gli aiuti, e via dicendo. Aspetto di vedere gli esiti”.“La carenza dei medici – ha poi detto il Presidente del Veneto – ha cause nazionali che vengono da lontano: dal numero chiuso nelle Università, che crea la strozzatura a 19 anni senza lasciare ai ragazzi la possibilità di far vedere il loro valore con gli esami; alla carenza di borse di studio di specialità, senza la quale un laureato non può fare il medico. Se in tutto, in Italia, ci sono ogni anno circa 10.000 laureati e circa 6.000 borse di specializzazione è evidente che qualcosa non va e che 4.000 laureati non vengono messi nella condizione di esercitare. In Veneto stiamo rispondendo sia con un intervento emergenziale, come la ricontrattualizzazione di medici pensionati, sia con una previsione strutturale: assumere negli ospedali pubblici gli specializzandi degli ultimi due anni per inserire forze fresche e giovani e farle crescere in corsia, con la guida dei colleghi più esperti”.

Leggi anche

SIDDURA MAÌA