Radio radicale: Fnsi, parlamento intervenga al più presto

economia
AdnKronos
Roma, 15 mag. (AdnKronos) - "Vanno salutate con favore la mobilitazione e le iniziative, anche di parlamentari di Lega e M5S, per consentire a Radio Radicale di continuare a svolgere il proprio servizio. L'auspicio è che a queste iniziative segua al più presto l'adozione di un atto formale volto a ripristinare la convenzione". Ad affermarlo in una nota congiunta sono Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi."Il tempo a disposizione è ormai esiguo - avvertono -. In attesa di una riforma strutturale del sistema, è necessaria una moratoria per consentire a Radio Radicale di continuare ad andare in onda e per ripristinare la dotazione del fondo per il pluralismo dell'informazione. In caso contrario, la Radio e anche tante testate che, fino ad oggi, proprio grazie ai contributi pubblici, hanno dato voce a minoranze, territori e comunità saranno costrette a chiudere o a subire gravi ridimensionamenti, anche e soprattutto sul piano occupazionale". "È necessario e urgente un provvedimento del Parlamento che impedisca di assestare un colpo mortale al pluralismo dell’informazione", concludono.

Leggi anche

SIDDURA MAÌA