Infrastrutture: Unioncamere Veneto, siano portate avanti in tempi certi

economia
AdnKronos
Padova, 16 mag. (AdnKronos) - "Unioncamere del Veneto rivendica con forza come sia essenziale che le politiche di rilancio degli investimenti infrastrutturali e delle reti di trasporto e servizi vengano portate avanti in tempi certi per garantire l'attrattività dei territori, scongiurandone così l'isolamento e favorendo il benessere dei cittadini per implementare la qualità della vita". Lo ha sottolineato il presidente Mario Pozza oggi nel corso del convegno su 'Territorio e sviluppo: le infrastrutture per la competitività delle imprese del Nord Est'. "Nel dettaglio per l'area del Nord Est si chiede il completamento delle opere in fase di attuazione/progettazione come la Superstrada Pedemontana Veneta, la Galleria del Brennero, la Terza corsia dell'autostrada A4 Venezia-Trieste, il completamento della linea Alta Velocità tra Brescia e Padova, l'efficientamento della linea ferrovia Venezia-Trieste. Inoltre si deve definire il miglioramento dell'accessibilità delle aree turistiche montane e costiere (in Veneto Cortina/Dolomiti, Chioggia/Sottomarina, Jesolo/Cavallino) e l'integrazione funzionale tra porti, piattaforme logistiche, distretti industriali", ha precisato. "A tal proposito ricordiamo, il progetto "Veneto Intermodal" con capofila il Consorzio ZAI Interoporto Quadrante Europa di Verona e partner quali Regione Veneto, Rete Ferroviaria Italiana e Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale, che mira al potenziamento dell'"ultimo miglio" ferroviario dei 3 nodi core della Rete europea TEN-T ossia gli interporti di Verona e Padova e il Porto di Venezia implementando la loro connessione alla rete europea", ha proseguito Pozza.

Leggi anche

SIDDURA MAÌA