Radio Radicale: Giachetti inizia sciopero della sete

politica
AdnKronos
Roma, 16 mag. (AdnKronos) - Uno sciopero della sete per salvare Radio Radicale a cinque giorni dalla scadenza della convenzione fra l'emittente e il ministero dello sviluppo economico. A partire dalla mezzanotte, Roberto Giachetti, parlamentare Pd e ex-radicale, inizierà lo sciopero della sete, "l'atto più estremo della non violenza". "Noi abbiamo tentato di tutto -spiega Giachetti in una conferenza stampa alla Camera-, non è bastato, la situazione è ancora ferma. La vita di Radio Radicale è prossima alla fine, personalmente ho cercato di stare in disparte, ora ho deciso che per quanto mi riguarda, essendo radicale di formazione non potessi che procedere con l'atto più estremo della nonviolenza, lo sciopero della sete dalla mezzanotte di questa sera". Giachetti lancia un appello a Luigi Di Maio e Matteo Salvini "perché si passi dalle parole ai fatti". Restano "due treni possibili: lo Sblocca cantieri al Senato, e il dl Crescita alla Camera".

Leggi anche

SIDDURA TÌROS