Golfo Aranci

Incendio Curraggia del 28 luglio 1983
Giornata per le vittime degli incendi

di Antonella Brianda


TEMPIO PAUSANIA. Potrebbe diventare mondiale, la Giornata Regionale della Memoria delle Vittime degli Incendi. Istituita con una legge due anni fa in Sardegna, la giornata di commemorazione cade il 28 luglio, giorno in cui fu scritta una delle pagine più terribili della storia dei roghi nell'isola. 

Il 28 luglio del 1983, nella collina di Curraggia vicino a Tempio Pausanianove persone persero la vita mentre tentavano di domare le fiamme di un vasto incendio partito dal mare che si fece largo, spinto dal forte vento, tra i boschi e gli arbusti in direzione di Tempio Pausania, fino ad arrivare nelle campagne di Bortigiadas e di Aggius, per poi propagarsi sulla collina di Curraggia. Quindici persone rimasero ferite, sei delle quali hanno riportato gravissime ustioni al corpo. Il 24 luglio del 2007, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito alla memoria la Medaglia d'oro al Valore Civile alle nove vittime di Curraggia e due anni dopo, un'altra Medaglia venne data ai feriti. 


Sarà, ancora una volta, la cittadina di Tempio Pausania a ospitare gli eventi della Giornata della memoria, prevista da una legge proposta nel 2011 dall'attuale assessore regionale all'Ambiente, Andrea Biancareddu che e' originario della Gallura. La manifestazione, infatti, sarà trasmessa su Videolina, sul canale 10 del digitale terrestre, e in diretta web su www.videolina.it e www.radiotelegallura.it.  La manifestazione si aprirà domenica prossima alle 9.30 sulla collina di Curraggia, con la deposizione di una corona al monumento dei caduti alla presenza del picchetto militare. Seguirà alle 10.30 una messa nella cattedrale di San Pietro, celebrata dall'arcivescovo di Tempio-Ampurias, Sebastiano Sanguinetti. Alle 11.30 sarà deposta un'altra corona nel mausoleo cimiteriale. Alle 18, il consiglio comunale di Tempio si riunirà in una seduta straordinaria, mentre alle 23 il Teatro del Carmine ospiterà la narrazione teatrale "La memoria e l'impegno" affidata all'attrice Pamela Villoresi.


La storia dei volontari morti nell'incendio e' stata raccontata nel documentario realizzato dall'Associazione dei Forestali, prodotto nel 2006 e sottotitolato in inglese e francese per essere proiettato in tutta Europa. "La Giornata non solo e' l'occasione per ricordare chi e' morto o a rischiato la vita per combattere il fuoco", ha sottolineato l'assessore Biancareddu, "ma anche un momento per esprimere particolare riconoscenza verso chi e' impegnato quotidianamente nella campagna antincendi, oltre che per insistere nell'opera di sensibilizzazione della popolazione al rispetto delle norme e della natura e alla solidarietà". L'elenco delle vittime del fuoco in Sardegna, ogni anno, continua ad allungarsi. Dal 1945 ad oggi, sono sessantasette i morti e diciassette i feriti gravi.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA