Golfo Aranci

Appello della Cisl sarda a Pigliaru:
"Intervenga nella vertenza Meridiana"

di Antonella Brianda


OLBIA. "Senza un tempestivo intervento della Regione la lunga vertenza Meridiana è destinata ad assumere contorni drammatici per oltre 1.500 lavoratori in cassa integrazione guadagni fino al 2015". A ribadirlo è stato il segretario regionale della Cisl, Fabio Enne che ha inviato una lettera al presidente della Regione per mettere in risalto ancora una volta la situazione della storica compagnia aerea con sede a Olbia. “La vertenza Meridiana - scrive Enne - è la più rilevate in termini numerici tra le tante attualmente all'attenzione delle istituzioni sarde”. Il ministero del Lavoro, dopo segnalazioni di alcuni sigle sindacali di categoria, nei giorni scorso ha sospeso la cassa integrazione a favore dei dipendenti della compagnia del principe Aga Khan, per avviare accertamenti. "Un suo autorevole intervento presso i ministeri competenti”: è questo l'appello rivolto dalla Cisl sarda al presidente Pigliaru, "perché la vertenza Meridiana sia chiarita in tutti i suoi aspetti, soprattutto per riportare l'azienda a svolgere un ruolo strategico nell'economia sarda, nel sistema generale dei trasporti da e per l'isola, per tutelare l'occupazione dei lavoratori interessati. Il default di Meridiana sarebbe un devastante biglietto da visita per la nuova Giunta".

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci