Regione pronta a commissariare Olbia sul Piano Mancini, Nizzi sul piede di guerra

Nizzi ritira la valutazione di impatto ambientale, ma la Regione vuole andare avanti con o senza il comune
di Davide Mosca
OLBIA. Tempo scaduto. Settimo Nizzi e Regione sono ai ferri corti. Botta e risposta tra Olbia e Cagliari con quest'ultima che attraverso l'assessore ai lavori pubblici Paolo Maninchedda ha avviato la procedura di commissariamento del comune per definire la procedura di valutazione di impatto ambientale. Ma Nizzi non ci sta e dopo aver convocato, in fretta e furia una conferenza stampa, ha comunicato ufficialmente di aver ritirato la "VIA" (valutazione di impatto ambientale) per bloccare il piano di mitigazione del rischio idraulico a Olbia. Ora Maninchedda potrebbe ugualmente decidere di andare avanti senza il comune di Olbia e Settimo Nizzi che aveva promesso in campagna elettorale di eliminare il Piano Mancini. Ora la situazione si fa più complessa del previsto. "Se vuole venire lui a realizzare le opere del Piano Mancini -ha dichiarato Nizzi- venga pure. Venga a spiegarlo ai cittadini di Olbia che non vogliono quel piano". E il sindaco, nel frattempo, rilancia con una gara di appalto da 270 mila euro per progettare altre ipotesi alternative al Piano Mancini da finanziare dalle casse comunali.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA