La Dinamo non passa, vince Varese 91-87

OLBIA. I giganti cedono nelle mura amiche del PalaSerradimigni al termine della sfida dell’ottava giornata di ritorno con la Pallacanestro Varese. Gli ospiti partono bene e mettono la testa avanti fin nella prima frazione: gli uomini di coach Federico Pasquini risalgono la china a cavallo tra secondo e terzo quarto dal -15, riportandosi in parità grazie a un buon lavoro di gruppo e le prestazioni di  Achille Polonara (20 pt, 5 rb), Josh Bostic (21 pt, 5 as), Rok Stipcevic (15 pt, 4 as) e Marco Spissu (11 pt, 4 as). Ma il Banco non riesce a invertire l’inerzia del match e subisce l’offensiva lombarda condotta da un super Wells (27 pt).

Non c’è tempo per buttarsi giù, da domani nel mirino biancoblu ci sarà la prossima sfida in agenda: sabato appuntamento contro Brindisi al PalaPentassuglia. Forza Dinamo! Forza Giganti!

8°giornata di ritorno LBA. La Dinamo Banco di Sardegna è pronta a rientrare sul parquet con la sfida dell’8° giornata di campionato LBA: a calcare il parquet di piazzale Segni la Pallacanestro Varese.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bamforth, Pierre, Jones, Stipcevic e Polonara, coach Caja risponde con Vene, Okoye, Cain, Wells e Larson. È Scott Bamforth ad aprire le danze, per Varese risponde Wells: Polonara conduce i suoi mettendo a referto i primi 5 punti del suo match. Gli ospiti si riportano a contatto con Okoye implacabile dall’arco: il giocatore biancorosso numero 11 sigla la parità. Wells e Cain firmano il sorpasso lombardo. la coppia Stipcevic-Planinic riporta il Banco a un possesso di distanza ma Tambone chiude il primo quarto dall’arco 22-27. Nella seconda frazione Varese scappa via condotta da Delas e Wells, i giganti accorciano le distanze con 8 punti di Josh Bostic (39-52). Al rientro dagli spogliatoi la Dinamo Banco di Sardegna ha un’altra faccia. I giganti piazzano un break in avvio con Planinic, Stipcevic e Polonara. Si alza l’intensità sul parquet e ogni possesso diventa una battaglia: Wells, Vene e Avramovic tengono Varese avanti. Polonara, Stipcevic e Spissu bombardano dall’arco firmando il -2. L’urlo di Stipcevic chiama suona la carica al PalaSerradimigni che diventa una bolgia. Polonara prende il volo in contropiede e infila la schiacciata del 62 pari. 3+1 di Wells e liberi di Cain per il nuovo vantaggio biancorosso (62-68). Il Banco bombarda con Bostic e Polonara riportandosi a -1. Per Varese rispondono Okoye, Larson e Ferrero che scrivono il +9. Reazione biancoblu con Bostic, Stipcevic e Spissu: i giganti puniscono dai 6.75. Quando inizia l’ultimo giro di cronometro Bostic, protagonista della rimonta, infila i liberi del -4. La Dinamo non riesce a cambiare l’inerzia e giocarsela all’ultimo tiro: finisce 87-91.

Sala stampa. Il coach della Dinamo Banco di Sardegna Federico Pasquini commenta così la gara: “Complimenti a Varese, una squadra che nel 2018 sta dimostrando quello che è il suo valore e lo ha dimostrato anche questa sera perché onestamente, a parte 4-5 minuti a fine primo quarto inizio secondo quarto - quando siamo un po’ mancati a livello difensivo e ci siamo un po’ disuniti - siamo sempre stati molto presenti.  Abbiamo però giocato contro una squadra in grande fiducia e questa sera hanno fatto tantissimo canestro, con l’uomo addosso, le mani in faccia. Nel terzo e quarto quarto abbiamo fatto un grande sforzo per tornare in partita ma anche lì quando li abbiamo raggiunti nel punteggio hanno avuto sempre grande freddezza e grande lucidità per andare avanti. Bisogna riconoscere il merito di questa vittoria anche agli avversari perché hanno giocato una partita veramente di alto livello. Complimenti a loro, sono stati molto bravi a livello difensivo, sporcando palleggi e uscite che ci hanno fatto soffrire parecchio e disinnescato molti dei nostri. Varese è una protagonista straordinaria di questo campionato e lo dimostra il percorso che ha fatto fin qui, specie contro le grandi”.

Il coach della Pallacanestro Varese Attilio Caja: “Abbiamo fatto una grande partita e lo dimostrano i numeri che abbiamo fatto sia noi sia Sassari. Sicuramente la nostra vittoria non è per demerito di Sassari, che non ha mai mollato confermando di essere una grandissima squadra. Questo dà ancora più valore alla nostra vittoria e mi rende molto orgoglioso dei miei ragazzi. Sapevamo che dovevamo giocare molto bene in difesa e lo abbiamo fatto, soprattutto in avvio, ma siamo stati fluidi e lucidi anche in attacco. Una vittoria davvero meritata, i ragazzi non si sono mai disuniti neanche quando Sassari si è avvicinata. Complimenti a tutti loro, stiamo raccogliendo i frutti di un grande lavoro”.

Il playmaker della Dinamo Rok Stipcevic: “Prima di tutto complimenti a Varese che onestamente ha fatto una partita incredibile tirando con 60 per cento da due con la difesa addosso e non possiamo che riconoscere il valore di questo gruppo. Sapevamo come affrontare questa squadra, ognuno di noi sapeva esattamente chi aveva davanti. Però ci mancano ancora le piccole cose che ci portano alla vittoria, oggi ci è mancato un po’ di rimbalzo. In questo senso dobbiamo prenderci maggiori responsabilità e ognuno di noi deve guardare dentro di sé e chiedersi cosa può fare di più per la squadra, per vincere. Non c’è da fare un dramma per la partita di oggi, abbiamo perso di 4 non di 30, abbiamo un attacco che funziona, non abbiamo sbagliato tanto, a parte i rimbalzi, ma dobbiamo fare uno step in più, sbucciandoci le ginocchia, lottando su ogni singola palla e su ogni rimbalzo”.

Dinamo Banco di Sardegna 87 – Pallacanestro Varese 91

Parziali: 22-27; 17-25;23-16, 25-23.

Progressivi: 22-27; 39-52; 62-68; 87-91.

Banco di Sardegna. Spissu 11, Bostic 21, Bamforth 7, Planinic  4, Devecchi, Pierre 2, Jones 4, Stipcevic 15, Hatcher, Polonara 20, Picarelli, Tavernari. All. Federico Pasquini.



Varese. Avramovic 6, Bergamaschi, Natali, Vene 6, Okoye 27, Tambone 3, Cain 12, Delas 6, Ivanaj, Ferrero 9, Wells 17, Larson 5. All. Attilio Caja
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA