Ai domiciliari in compagnia di due chili di marijuana, 27enne in arresto

OLBIA. Quando i Carabinieri si sono recati presso la sua abitazione per effettuare un normale controllo agli arresti domiciliari, non si sarebbero mai aspettati di trovare quasi 2 chilogrammi di marijuana, suddivisi in varie buste, all’interno dell’appartamento. Nel corso della mattinata odierna, i Carabinieri della Compagnia di Sassari erano infatti andati in via Donizetti 33, presso il domicilio di D.S., 27enne sassarese, per effettuare un normale controllo, in quanto il giovane, già agli arresti domiciliari per un altro reato, era stato denunciato nei giorni scorsi per evasione dalla Polizia di Stato, dopo essere stato sorpreso senza giustificato motivo fuori dalla propria abitazione.

All’arrivo dei militari dell’Arma, il 27enne non ha aperto la porta e, affacciandosi alla finestra, ha accampato varie scuse per non far entrare i Carabinieri in casa. Insospettiti da tale atteggiamento, pur avendo riscontrato la presenza dell’interessato presso la propria abitazione, gli operanti hanno quindi deciso di approfondire il controllo. Non appena sono riusciti a entrare all’interno dell’appartamento, i Carabinieri sono stati letteralmente investiti da un fortissimo odore di marijuana, intuendo subito il vero motivo per cui il giovane cercava di eludere il controllo.

A quel punto è scattata la perquisizione domiciliare, che ha consentito di rinvenire quasi 2 chilogrammi di marijuana, contenuta in buste non sigillate, che erano state riposte in bella vista sopra un armadio.

La sostanza stupefacente è stata quindi sequestrata e per l’interessato sono immediatamente scattate le manette. Espletate le formalità di rito, il giovane è stato accompagnato presso il carcere di Sassari – Bancali, dove dovrà restare a disposizione dell’Autorità giudiziaria e rispondere dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.    
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA