Le parole di coach Esposito alla vigilia del match contro Reggio Emilia

OLBIA. Dopo la presentazione di Tyrus McGee e Justin Carter coach Vincenzo Esposito ha presentato la sfida che attende i suoi ragazzi: dopo la vittoria in trasferta a Cantù, domenica i giganti affronteranno la sfida della 1° giornata di ritorno del campionato LBA, in programma domenica 20 gennaio alle 12.

Prima di analizzare l’imminente sfida il tecnico biancoblu ha parlato dei nuovi arrivi: “La prima cosa che voglio dire, non è una frase di ruffianeria, è che penso che la società abbia lavorato benissimo e vadano fatti i complimenti agli addetti ai lavori in primis Federico Pasquini per aver gestito in tempi strettissimi le manovre per andare sul mercato quando si è verificato l’infortunio a Scott Bamforth. Abbiamo lavorato in tempi rapidi e bene, noi che facciamo questo di professione sappiamo che non è scontato acquistare i giocatori, sia trovare la pedina giusta sia gestire l’aspetto burocratico: adesso sarà mia responsabilità metterli in campo e inserirli al meglio”.

Relativamente al lunch match di domenica: “Domenica ci aspetta una partita molto importante contro la squadra che ha cambiato di più da inizio anno e ha inserito giocatori esperti, rafforzandosi nel reparto lunghi e aggiunto due esterni talentuosi e di esperienza. Vogliamo e dobbiamo vincere contro la Reggiana, in una partita che può essere pericolosa perché è un momento in cui c’è tanta attenzione sull’arrivo dei due giocatori, sull’infortunio di Bamforth e, per quanto si voglia lavorare bene, a volte la distrazione può giocare brutti scherzi. Spero che il passo falso con Pistoia ci sia servito e credo sia così perché arriviamo con 5 vittorie consecutive. Il successo con Reggio potrebbe permettere di stabilirci in maniera importante nella parte alta della classifica; siamo contenti perché abbiamo centrato la qualificazione alla Finale Eight di Coppa Italia ed è un obiettivo che ci dà grande soddisfazione, la prossima sfida di coppa - in agenda mercoledì al PalaSerradimigni- potrebbe permetterci di qualificarci con anticipo al Round of 16 di Fiba Europe Cup. Tante belle notizie ma adesso serve che ci concentriamo tutti verso il prossimo obiettivo che è la sfida con Reggio, e avremo bisogno dell’impegno e del sostegno di tutti, anche del nostro pubblico che è sempre presente”.

Come è cambiata Reggio Emilia?

"Ha fatto un salto di qualità in termini di esperienza e solidità, inserendo pedine dalla lunga esperienza europea come LLompart, Aguilar, River e lo stesso Allen che ormai gioca in Italia da anni a buon livello. Credo che la solidità e l’esperienza siano le armi in più di Reggio Emilia, che è una squadra pericolosa che sa come giocare a pallacanestro anche partite importanti fuori casa. Dalla panchina può contare su giocatori freschi e importanti, come Mussini, Candi e Gaspardo. Sapete qual è la mia mentalità: preoccuparsi degli avversari, rispettarli, ma l’aspetto più importante è credere in ciò che facciamo noi e dare tutto sul campo. La partita di domenica è da vincere assolutamente, senza guardare al colore della maglia, esperienza o talento dell’avversario”.

Come lavorerete per inserire i nuovi giocatori?

“Le partite si giocano una per volta, valuteremo di settimana in settimana come cresceremo e ci adegueremo alle caratteristiche delle nuove pedine, che sono esperti e validi ma diversi da quelli che avevamo prima nel roster. È prioritario lavorare duro per inserire al meglio i giocatori, ma soprattutto sarà importate che il gruppo che finora ci ha permesso di raggiungere i 16 punti e centrare la F 8 e fare bene in coppa faccia di tutto per inserire questi ragazzi e non perdere il focus. A loro chiedo quindi ancora di più”.

 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche