Ad Arzachena terza edizione dell'Archeoday il 21 e 22 settembre

OLBIA. Il Comune di Arzachena, in collaborazione con la società municipalizzata Ge.se.co surl, l’associazione DeaMater, il museo Labenur e Sardinia Experience per il progetto Nuragica, promuove la terza edizione di Archeoday nell’ambito delle Giornate del Patrimonio promosse dal Ministero dei Beni Culturali. Tra le manifestazioni ospitate nei luoghi storici di tutta Italia, il 21 e 22 settembre Arzachena propone appuntamenti ad hoc con cui promuovere il suo patrimonio culturale. Il villaggio nuragico de La Prisgiona, la tomba dei giganti Coddu ‘Ecchju e la necropoli di Li Muri ospitano visite guidate a cui si aggiungono performance artistiche, incontri con esperti, proiezione di documentari, installazioni e laboratori creativi adatti ad adulti, ragazzi e con attività specifiche per bambini. L’evento ha il sostegno della Fondazione Arte, Scienza e Sport Italia istituita da Alisher Usmanov.
<L’appuntamento con l’Archeoday cresce di anno in anno grazie alla partecipazione di nuovi soggetti che operano nel campo culturale e che arricchiscono ogni edizione di nuovi contenuti e opportunità per i visitatori - spiega Valentina Geromino, delegata alla Cultura del Comune di Arzachena -. L’evento si affianca ad altre iniziative promosse dal Comune e rappresenta un’ulteriore occasione per valorizzare il nostro patrimonio storico e sviluppare un circuito virtuoso capace di elevare l’offerta di attrazioni nel territorio e di raggiungere il pubblico nazionale e straniero>.
<In occasione dell’Archeoday e delle Giornate europee del patrimonio, la Ge.se.co, gestore dei siti archeologici di Arzachena, garantisce sconti ai visitatori e la gratuità per i giovani fino a 11 anni e per i residenti - dice Gabriella Demuro, assessore alla Municipalizzata -. La società partecipa sempre con grande entusiasmo alle manifestazioni artistiche e culturali che valorizzano e promuovono il patrimonio archeologico>.
Dal 21 al 22 settembre anche il museo di ricostruzione storica Labenur allestito nella stazione dei treni di Arzachena risalente al 1929 amplia il consueto programma e offre pacchetti speciali per partecipare ai laboratori di archeologia sperimentale.
Quest’anno l’Archeoday abbraccia anche il progetto Nuragica inaugurato a luglio con l’apertura del parco tematico nel borgo di Cannigione per ripercorrere in poche ore 6 mila anni di cultura arzachenese attraverso ricostruzioni in scala dei siti archeologici ed esperienze multimediali.
Domenica 22 settembre, anche l’Auditorium Multidisciplinare di Arzachena in via Paolo Dettori apre le porte dalle 17.00 per una serata interamente dedicata all’archeologia in Sardegna.
Di seguito il programma completo delle due giornate.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA