L'Olbia incassa pesante sconfitta, finisce 1-2 per il Siena

OLBIA. È stata battaglia vera fino al recupero, ma non è bastato per raggiungere un risultato positivo contro il Siena che passa al Nespoli vincendo 2-1.
Ancora una volta l’Olbia viene trafitta nei primi minuti (l’8° per la precisione) e ancora una volta trova la reazione che vale il pari. Dopo una punizione calciata da D’Auria, la palla colpisce la parte interna della traversa e rimbalza in attesa di essere colpita di testa da Guidone. L’Olbia non è abbattuta e dopo soli 6’ trova il pari.
La Rosa, autore di una prova gigantesca, inventa un cross di esterno destro dal limite dall’area per Ogunseye che, in tuffo, trafigge Confente. I bianchi trovano nuovo vigore, Parigi e Ogunseye si cercano e si trovano, fioccano le occasioni. La più nitida sicuramente quella registrata al 28’ quando su un servizio in profondità di Biancu, mal letto da Confente Parigi, a porta semi sguarnita calcia a lato dal limite dell’area.

La ripresa inizia come si era concluso il primo tempo, con l’Olbia battagliero che dà la sensazione di poter colpire da un momento all’altro. Al 62’ arriva, però, la doccia gelata: D’Auria lavora bene un pallone sulla sinistra, il cross è tagliato in area per Guidone che da pochi passi deve solo spingere in rete. L’Olbia tuttavia non demorde, si riorganizza e sale di intensità. È presente su ogni pallone, è arrembante, e fa partire un assedio alla porta bianconera. La difesa ospite trema, ma un po’ di sfortuna (al minuto 68’ episodio dubbio su Ogunseye in area non sanzionato dal signor Perenzoni), una punizione di La Rosa terminata a lato e un prodigioso intervento di Confente su colpo di testa di Ogunseye rendono vani gli sforzi dei bianchi che, nonostante gli assalti nei 5’ di recupero, lasciano il campo a testa alta ma senza punti.
Una sconfitta bruciante che trova, forse, ragione nelle numerose occasioni da gol non capitalizzate nel primo tempo e nelle disattenzioni che, ancora una volta, sono costante gol subiti evitabili. C’è amarezza ma anche la consapevolezza di essere sulla strada giusta per risalire la china in vista della prossima battaglia che si volgerà al Moccagatta di Alessandria.
 
TABELLINO
Olbia-Robur Siena 1-2 (1-1) | Recupero 20ª giornata

OLBIA: Aresti, Pisano (86’ Verde), Gozzi, La Rosa, Demarcus (65’ Mastino), Lella, Giandonato, Biancu (75’ Cocco), Pitzalis (75’ Zugaro), Parigi, Ogunseye. A disp.: Crosta, Van der Want, Dalla Bernardina, Altare, Belloni. All.: Oscar Brevi.
ROBUR SIENA: Confente, Ooukhadda (46’ Lombardo), D’Ambrosio, Baroni (41’ Buschiazzo), Panizzi, Da Silva (61’ Icardi), Arrigoni, Vassallo (82’ Migliorelli), Campagnacci (82’ Serrotti), Guidone, D’Auria. A disp.: Ferrari, Marcocci, Ortolini, Cesarini, Romagnoli, Gerli, Andreoli. All.: Alessandro Dal Canto.
ARBITRO: Daniele Perezoni di Rovereto coadiuvato dagli assistenti Fabio Mattia Festa di Avellino e da Rosario Caso di Nocera Inferiore.
MARCATORI: 9’, 62’ Guidone, 14’ Ogunseye.
AMMONITI: 51’ Vassallo, 67’ Ogunseye e Panizzi, 73’ D’Auria, 77’ Arrigoni, 84’ Brevi, 93’ Icardi.
NOTE: Recupero 1’ pt, 4’ st.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche