Un 36enne in arresto a Olbia per maltrattamenti in famiglia

OLBIA. Nella mattinata di domenica, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Olbia hanno tratto in arresto un 36enne per maltrattamenti in famiglia. Erano già diversi giorni che l'uomo, disoccupato e già noto per diversi precedenti alle forze di polizia, minacciava verbalmente e fisicamente i propri genitori, chiedendo di ricevere denaro per potersi comprare sostanze stupefacenti.
L'intervento tempestivo dei militari, richiesto dai genitori stessi, ha permesso di cogliere l'uomo con il bastone di una scopa spezzato in due, successivamente sequestrato, mentre era in procinto di colpire i due conviventi.
L'uomo era sottoposto ad un programma di cure presso il centro di igiene mentale della città, da cui tornava abitualmente a casa, dove tuttavia continuava ad assumere comportamenti violenti nei confronti dei membri del proprio nucleo familiare.

È stato arrestato per maltrattamenti in famiglia ai sensi dell'articolo 572 del Codice Penale e successivamente ristretto presso il carcere di Nuchis, a disposizione dell'Autorità giudiziaria, in attesa del rito per direttissima.
L'episodio si colloca nella casistica del "Codice Rosso",
la fattispecie che comprende le violenze domestiche e di genere introdotte dalla legge n. 69 del 2019, che vede i Carabinieri impegnati in prima linea con una costante attività di contrasto e di assistenza delle vittime di questo genere di reati.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA MAÌA