Golfo Aranci

Covid-19, la procura di Cagliari apre inchiesta sul caso discoteche in Sardegna

OLBIA. Il servizio giornalistico di Report sulla riapertura delle discoteche in Sardegna, in un periodo delicato dell’emergenza Covid, non è passato inosservato alla lente della procura di Cagliari. E’ così che la procuratrice capo, Maria Alessandra Pelagatti, ha incaricato il sostituto procuratore Paolo De Angelis di seguire la vicenda e far luce sul parere del comitato tecnico scientifico che “avrebbe”, a detta dei consiglieri regionali intervistati, dato parere positivo sulla riapertura delle discoteche. Serate che avrebbero agevolato la diffusione del virus e che hanno registrato un numero molto alto di contagi tra ospiti dei locali e anche dei dipendenti stessi. Al momento però di quel documento non c'è traccia. Dall’opposizione e non solo, all’indomani del servizio di Report, arriva la richiesta di chiarezza sul documento oggetto della discussione e delle rivelazioni del consigliere regionale Angelo Cocciu in merito a quella documento. Il capogruppo di Forza Italia è stato addirittura sconfessato dal coordinatore dei forzisti Ugo Cappellacci che ha preso le distanze da Cocciu invitandolo a “spiegare le sue posizioni dichiarate a titolo personale e non a nome del partito”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA