Due giovani nei guai per spaccio di eroina a Sassari

OLBIA. Continua l’attività di contrasto ai traffici illeciti ed allo spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale, in coordinamento con le altre Forze di Polizia, ed attuata nell’ambito del dispositivo di controllo messo in atto alla luce dei recenti episodi che hanno interessato il centro storico di Sassari.
Lo scorso giovedì sera, i finanzieri hanno denunciato due cittadini nigeriani per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e comminato 3 sanzioni amministrative in materia di rispetto delle misure di contenimento del virus Covid-19.
Nel primo caso, una pattuglia di Baschi Verdi di sassari ha fermato per un controllo due ragazzi che percorrevano in auto Corso Vico. L’atteggiamento particolarmente nervoso dei due ventenni, un cagliaritano ed un cittadino nigeriano entrambi residenti ad Alghero, ha spinto i militari ad approfondire il controllo con l’ausilio di Efrot, il giovane pastore tedesco in forza alla Compagnia di Alghero, che con il suo infallibile fiuto ha individuato un involucro di eroina abilmente nascosto nel sedile anteriore dell’auto.
Al termine della perquisizione, il giovane straniero ha dichiarato di essere l’unico proprietario dello stupefacente ed è stato pertanto denunciato alla Procura della Repubblica di Sassari per detenzione di droga, mentre entrambi sono stati sanzionati per l’inottemperanza delle misure di contenimento dell’epidemia da Covid-19, essendosi spostati dal Comune di Alghero senza una valida giustificazione.

Il secondo intervento, poche ore dopo, è stato eseguito in via San Carlo dove i finanzieri hanno notato due uomini che, alla vista della pattuglia, si salutavano con evidente agitazione per proseguire a piedi in diverse direzioni. Fermati per un controllo, Efrot ha subito segnalato uno dei due giovani, un cittadino nigeriano residente a Sassari, che negando di possedere droga continuava a tenere tra i denti, nascosta dalla mascherina di protezione, una piccola confezione di succo di frutta.  Insospettiti dalla circostanza, i finanzieri hanno deciso di aprire la confezione scoprendo che all’interno erano presenti due ovuli di eroina, per un totale di oltre 6 grammi.
Il soggetto, gravato da precedenti specifici perché tratto in arresto dalle Fiamme Gialle del Gruppo di Olbia nell’anno 2019 per aver ingerito e trasportato ovuli di eroina pura per complessivi 240 grammi, è stato denunciato alla locale Autorità Giudiziaria.

L’altro uomo, un ventisettenne cittadino polacco domiciliato ad Alghero, è stato sanzionato amministrativamente per essersi allontanato dal proprio comune di residenza senza un giustificato motivo.
Il dispositivo di controllo del Comando Provinciale di Sassari nel centro storico cittadino, che negli ultimi dieci giorni ha già portato a diversi arresti e denunce per il reato di detenzione e spaccio di stupefacenti, continuerà nelle prossime settimane anche al fine di contrastare altre forme di illegalità.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione