Conclusa con successo la 47esima edizione del Campionato Italiano Windsurfer

OLBIA. Il grande spettacolo del windsurf è andato in scena questo fine settimana sulla meravigliosa  spiaggia di Pittulongu a Olbia in Sardegna. Agonismo allo stato puro nella giornata di chiusura della 47esima edizione del Campionato Italiano Windsurfer, organizzata dal Circolo Nautico Olbia. Sfide e duelli mozzafiato tra le boe che hanno assegnato i titoli tricolori di disciplina.

Campione italiano nel Course Race della categoria leggeri è Andrea Marchesi (Ass.Vela  Sabazia). Tra i medio leggeri, invece, il titolo è di Marco Casagrande (Albaria Asd).  Nei medio-pesanti a trionfare è stato il campione del mondo Alessandro Torzoni (Lega Navale Piombino), mentre, nei pesanti, vittoria per Paco Cottone (Albaria Asd).  Fra le donne è Giulia Clarkson (Windsurfing Club Cagliari) a diventare campionessa italiana 2021.

Nella categoria Slalom le vittorie sono andate ad Andrea Marchesi (Ass. Sabazia) tra i leggeri, Marco Ferrera (Albaria Asd) fra i medio-leggeri, Andrea Papa (Surfing Sports Pescara) fra i medio-pesanti e Paco Cottone (Albaria Asd). Tra le donne ancora prima Giulia Clarkson del Windsurfing Club Cagliari. Nel freestyle il vincitore è Nicola Spadea (Yacht Club Gaeta).

Questa mattina si è svolta anche la suggestiva Long Distance, una prova estenuante che ha portato oltre 130 atleti in acqua su un percorso di undici miglia da Olbia a Golfo Aranci, passando nello splendido paesaggio fra Capo Figari, Monte Ruiu, Figarolo e Tavolara. L’arrivo di corsa in spiaggia per raggiungere la campana ha decretato la vittoria della prova di Andrea Marchesi (Ass.Vela Sabazia). In virtù di questi risultati sono stati incoronati i campioni italiani overall: Giulia Clarkson (Windsurfing Club Cagliari) e Paco Cottone (Albaria Asd).

Tra gli atleti olbiesi da segnalare l’ottimo secondo posto di Nicola Campus nella categoria medio pesanti, il terzo di Angelo Usai nella categoria pesanti, Marco Terzitta 14esimo nella Long Distance di oggi:  tutti e tre  gli atleti sono portacolori del Circolo Nautico Olbia. Bene anche Roberta Piras (Sporting Club Sardinia), terza tra le donne nella Course Race.

Sono molto soddisfatto per la riuscita dell’evento - ha commentato Mario Peralda, il presidente del Circolo Nautico Olbia che ha organizzato la manifestazione -. Siamo andati meglio del previsto perché è non è semplice gestire centinaia di atleti con dinamiche complesse legate alle variabili come il vento e le condizioni meteomarine. Ad ogni modo siamo stati fortunati con tutte le prove svolte in questo scenario unico con centinaia di persone in spiaggia venute qui a Pittulongu per assistere a questa festa. Grazie a tutti quelli che ci hanno dato una mano, tutti i volontari, i soci e gli atleti portacolori Nicola Campus, Angelo Usai, e Roberto Soro”.

Gli sponsor
Il Circolo Nautico Olbia è riuscito ad organizzare l’evento grazie alla sensibilità della Fondazione di Sardegna, del Comune di Olbia, della, Federazione Italiana Vela e dell’International Windsurfer Class Association.
Sponsor ufficiali della manifestazione sono: San Carlo, Taula Group, Euro Co.MI Mercedes Benz, First Bunker yacht fuel service, La Cantina del Vermentino di Monti, Wella, Acqua Smeraldina, Hotel Pozzo Sacro, Kapriol Italian Design, Cantina Gallura Tempio Pausania, Seabounty Tourist Services, Tecnoverde Garden e G-Tender, F.lli Uccula, Unipol SAI - Conti Assicurazioni, MaryAnn Fiorista, Tirrenia e Grimaldi, I Fresi, Farmacia Pittulongu.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione