Tutto Pronto per la "Smeraldina Poltu Quadu Padel Cup"

OLBIA. Poltu Quatu dà il via alla stagione in Sardegna con la prima edizione della “Smeraldina Poltu Quatu Padel Cup”, dal 27 aprile al 1° maggio 2022, anticipando così di due giorni l’apertura programmata: Rafael Torres, CEO di Girama Hospitality, che gestisce Poltu Quatu, ha siglato l’accordo per il torneo nazionale.
 
Il torneo, patrocinato dalla Federtennis, organizzato dal team di Poltu Quatu insieme a Heaven Sporting Club, sarà ospitato dal Grand Hotel Poltu Quatu e dal Padel Club, sui campi realizzati lo scorso anno.
(https://myfit.federtennis.it/Tornei/Competizione-dettagli.html?competitionId=23618)
 
“E’ con grande entusiasmo che annunciamo questo importante appuntamento, per dare il via alla stagione 2022 con i migliori auspici” – afferma il fautore di questa iniziativa Rafael Torres, CEO di Girama Hospitality, la società che gestisce Poltu Quatu. “Sin dalla realizzazione dei campi da padel lo scorso anno abbiamo avviato i contatti per poter realizzare questo importante torneo in Sardegna e inserire Poltu Quatu nella mappa degli appassionati sportivi” – ha proseguito Torres. “Poltu Quatu è una destinazione affascinante in un contesto di bellezze naturali senza eguali, un punto di riferimento per il turismo internazionale, con tutti i servizi a portata di mano e la nostra volontà è proprio quella di continuare nel percorso avviato lo scorso anno, che ha già portato in pochi mesi a risultati eccellenti e che ci vede attivi con progetti e programmi per questa stagione.”
 
Attesi più di 100 giocatori da tutta Italia e non solo, che nell’arco dei 5 giorni di gara potranno sfidarsi a coppie per il torneo open maschile nazionale, che prevede anche la partecipazione di giocatori internazionali, in uno dei luoghi più belli della penisola sui 3 campi da padel di Poltu Quatu: in palio un montepremi totale di €10.000, grazie al contributo dello sponsor principale Smeraldina, l’acqua oligominerale naturale che nasce proprio in Sardegna.
 
La sorgente si trova a Tempio Pausania, in Gallura, lontano da grandi città, da industrie e altre fonti di inquinamento: Smeraldina sgorga qui, a trecento metri di profondità, nel cuore incontaminato di una montagna che era considerata sacra dagli antichi il Monti di Deu, la Montagna di Dio. Il granito più puro e compatto del pianeta la filtra e la arricchisce con un lunghissimo processo naturale, conferendole proprietà eccezionali.
 
Poltu Quatu diventa, così, teatro di un legame ideale tra acqua, benessere e sport in una destinazione paradisiaca della Sardegna, un’isola senza eguali, meta turistica privilegiata, grazie anche al contributo di aziende come Smeraldina, che ne fanno un esempio di qualità a livello internazionale: “Smeraldina è stata eletta miglior acqua del mondo nel 2019, e la A.L.B., l'azienda produttrice, ha una governance di attenzione e tutela dell’ambiente” – ha dichiarato Mauro Solinas, Amministratore della società. “Da oltre 30 anni si beve nelle case e nei ristoranti in Sardegna e nel resto d’Italia, arrivando poi in Francia, Spagna, Inghilterra, Stati Uniti, Giappone, Svizzera e Corea. Un’eccellenza tutta sarda, che ci vede orgogliosi al fianco di iniziative come la Smeraldina Poltu Quatu Padel Cup.”
 
Poltu Quatu è il borgo affacciato sul mare nel nord della Sardegna, immerso nella natura  nei pressi della Costa Smeralda, con tutti i servizi a portata di mano, che si snodano lungo il fiordo naturale di fronte a L’Arcipelago di La Maddalena, un porto nascosto, come dice il nome in dialetto gallurese, un paradiso tra le tipiche rocce scolpite dal vento, contornate dalla macchia mediterranea.
 
Una destinazione esclusiva tra Baja Sardinia e Porto Cervo, proprio dove nasce la Costa Smeralda, con diverse soluzioni: Grand Hotel Poltu Quatu, punto di riferimento per il turismo 5 stelle con 143 camere e suite, comprese le iconiche Royal e Presidential Suite, ristoranti e bar, piscina e spiaggia, centro congressi, centro benessere e fitness, campi da tennis e padel; The Reserve Poltu Quatu, con i 66 appartamenti ideali per chi cerca una propria dimora in estate; Marina dell’Orso, approdo sicuro per più di 300 imbarcazioni dagli 8 ai 50 metri; ristoranti e bar come il Tanit Fine Restaurant e la Terrace du port, tappe gourmet per cena e aperitivo, con terrazze sul mare; oltre a tante proposte di shopping e intrattenimento lungo la passeggiata.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche