Carrarese-Olbia 1-0

OLBIA. Carambola maledetta. Al 90' di una sfida equilibrata e combattuta, l'Olbia vede sfumare un meritato risultato positivo ed è costretta a tornare a casa con un pugno di mosche. Un vero peccato perché al cospetto di una squadra attualmente ai vertici del girone, l'Olbia di Occhiuzzi aveva disputato una gara di grande sostanza e qualità. Giocando alla pari, senza sbavature e rispondendo colpo su colpo. Con maturità, come aveva chiesto il tecnico alla vigilia.
La sfida, di suo, non consente tuttavia di sporcare i taccuini. Per attendere la prima occasione degna di nota bisogna aspettare il 35': l'Olbia spinge ma viene sorpresa in contropiede dalla Carrarese che va al cross dalla sinistra con Cicconi, ma Cerretelli, indisturbato in area, manda alto di testa. L'occasione dell'Olbia arriva invece al 44': Ragatzu traccia verso il centro per Sueva, ma Satalino è provvidenziale nell'uscita in tuffo.
Nella ripresa sono subito scintille. Al 46' Cerretelli ha un'altra buona occasione, ma calcia fuori da centro area. L'Olbia risponde al 49' con una bella azione sulla sinistra: Mordini lancia Travaglini, questi crossa al centro dove Biancu addomestica e calcia verso la porta trovando la risposta in tuffo di Satalino. L'Olbia cresce con il passare dei minuti e attorno all'ora di gioco vive uno dei suoi momenti migliori: i bianchi mettono pressione alla retroguardia apuana, ma tra un cross e un controcross, i padroni di casa se la cavano con una smanacciata del portiere.
La partita si vivacizza ulteriormente: al 65' l'Olbia ruba palla e riparte con Ragatzu che arriva al limite e calcia cercando l'angolo ma trova la deviazione di D'Ambrosio che concede soltanto un corner. La Carrarese si fa rivedere al 67' quando Energe gira da centro area trovando Gelmi attento nel bloccaggio a terra. Al 78' l'Olbia dimostra di averne ancora, se possibile anche più della Carrarese. Recupera palla sul corridoio centrale e Ragatzu ispira Incerti nello spazio, ma il centrocampista anziché penetrare in area per presentarsi davanti a Satalino, al limite sterza verso la sinistra cercando Biancu e l'azione sfuma.
All'80' è ancora l'Olbia a premere: Babbi si invola sulla destra e mette dentro, palla lunga recuperata da Ragatzu sulla sinistra, di nuovo dentro per Incerti che calcia ma viene murato, Ragatzu raccoglie e trova la porta, ma il tiro è centrale. È l'ultima fiammata dei bianchi. La partita sembra incanalata verso il pari, ma la Carrarese ha il merito di crederci ancora. E l'Olbia la responsabilità di non allontanare, al 90', un pericolo in area che, dopo troppi tentativi, si converte nella doccia gelata: Bozhanaj calcia da posizione ravvicinata un tiro sbilenco che impatta sul petto di Bellodi e carambola in rete.
È la rete che decide la gara.
TABELLINO
Carrarese-Olbia 1-0 | 14ª giornata
CARRARESE: Satalino, Marino, D'Ambrosio, Pelagatti, Cicconi, Della Latta, Schiavi (58' Bozhanaj), Cerretelli, Grassini (79' Coccia), Capello, Samele (58' Energe). A disp.: Rovida, Folino, Imperiale, D'Auria, Andreoli, Pasciuti, Del Pecchia. All.: Alessandro Dal Canto. 
OLBIA: Gelmi, Brignani, Bellodi, Travaglini, Sueva, Incerti (83' Occhioni), La Rosa (92' Boganini), Biancu, Mordini (70' Fabbri), Ragatzu, Babbi (92' König). A disp.: Van der Want, Renault, Gabrieli, Sanna. All.: Roberto Occhiuzzi.
ARBITRO: Aleksandar Djurdjevic (Trieste). Assistenti: Alessandro Cassano (Saronno) e Emanuele Bracaccini (Macerata). Quarto Ufficiale: Riccardo Dasso (Genova)
MARCATORE: 90' Bozhanaj
AMMONITI: 16' Bellodi, 30' Marino (C), 37' Cerretelli (C), 42' La Rosa, 74' Gelmi, 90' Rovida (C), 95' Pelagatti (C)
NOTE: Recupero: 5' st.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione