Golfo Aranci-Livorno in windsurf, Iachino pronto per la grande impresa

di Davide Mosca
OLBIA. Le previsioni sembrano essere quelle giuste. Il vento di scirocco è in arrivo. Si parte. Il già campione del mondo di windsurf e quattro volte vice campione mondiale, Matteo Iachino è appena sbarcato in Sardegna per prepararsi alla grande impresa. Golfo Aranci - Livorno a bordo del suo windsurf foil, per circa 150 miglia di navigazione. Dalle 6 alle 10 ore il tempo di percorrenza che dipenderà molto dall'intensità del vento. Iachino è reduce da un ottimo secondo posto al campionato mondiale Pwa che ora lo vede in testa alla classifica ad una tappa dalla chiusura che si terrà in Giappone. E questa attesa il campione ligure non poteva che riempirla con un'altra grande impresa per scrivere una nuova importante pagina della storia di questo sport. Iachino già nel 2022 aveva percorso in foil ottanta miglia nautiche dalla sua Liguria alla Corsica. Ma quella di oggi sarà un'impresa ancora più faticosa, quasi il doppio delle maglie nautiche con il passaggio nelle acque agitate delle bocche di Bonifacio e dei repentini cambi di vento e direzione. La partenza dovrebbe esser programmata per domani mattina, mercoledì 18 ottobre, con partenza da Golfo Aranci, per raggiungere poi La Maddalena e risalire le coste della Corsica, l'Isola d'Elba e poi le coste toscane fino a Livorno. 

«Con la previsione buona per venti da Scirocco sul Tirreno settentrionale il mio tentativo di traversata è ormai prossimo. Mercoledì 18 tenterò di compiere 278 km (probabilmente di più visto che non andrò in linea retta) in windfoil partendo dalla Sardegna Golfo Aranci per arrivare al @centrosurf3pontilivorno a Livorno! Un impresa mai tentata in windsurf e probabilmente la distanza più lunga in mare aperto mai percorsa in windsurf in un solo giorno. Oggi maggiori informazioni su come e dove seguirmi. Per ora auguratemi buona fortuna!!! Un solo mare per tutti”, questo è il nome del progetto è sì il tentativo di realizzare quanto mai realizzato prima, ma soprattutto sensibilizzare le persone al rispetto del mare e della natura.  È tutto pronto: la barca di appoggio, un super “Tempest 900 Open” di Capelli motorizzato con un nuovo motore Yamaha V6 300HP, due tavole , un foil con set up da vento leggero medio e forte , le mie vele e soprattutto il mio team di appoggio senza il quale niente sarebbe possibile».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica