G7: anti summit verso mobilitazione, flash mob e presidio a Palermo

cronaca
AdnKronos
Palermo, 22 mag. (AdnKronos) - Flash mob e presidio ieri pomeriggio in piazza Verdi a Palermo contro il G7 di Taormina. L'iniziativa è stata organizzata dalla rete 'Abbattiamo i muri' per esprimere sostegno alle organizzazioni che effettuano i salvataggi di migranti in mare ed esprimere condanna verso "le scellerate scelte di governo". Il dito è puntato contro lo stop agli sbarchi in Sicilia in occasione del summit dei grandi della Terra in programma il 26 e il 27 maggio a Taormina. "Denunciamo i costi umani e finanziari del G7 che oltre a rappresentare un inutile spreco di risorse - dicono gli organizzatori del flash mob - ha determinato la sospensione di tutti gli sbarchi nei porti siciliani, per ragioni di sicurezza. Questo costringerà le navi impegnate nei soccorsi a compiere tragitti estremamente più lunghi, lasciando senza monitoraggio decine di miglia marine". "I costi umani di questa scelta potrebbero essere disastrosi e sono per noi inaccettabili e non possiamo rimanere in silenzio - aggiungono -. Questo dimostra sempre di più come questo governo preferisca ospitare una passerella di potenti che salvaguardare centinaia di vite umane". L'iniziativa è stata anche l'occasione per ricordare l'appuntamento del 26 e del 27 maggio a Giardini Naxos con il 'contro G7'. Il concentramento del corteo è previsto alle 15 del 27 maggio al terminal bus di via Dionisio. Per permettere la partecipazione da Palermo oltre che da Agrigento, Catania, Messina e altre città siciliane, è stato organizzato un pullman e un calendario fitto di eventi per diffondere l'appuntamento e le ragioni della mobilitazione.

Leggi anche

SIDDURA