Milano: si fingevano poliziotti e rapinavano spacciatori, 8 arresti (2)

cronaca
AdnKronos
(AdnKronos) - Il gruppo era composto da otto persone, tra cui sette uomini italiani, cinque di origine napoletana, un calabrese, un siciliano e un marocchino, tutti residenti a Rozzano a poca distanza l'uno dall'altro e legati tra di loro da vincoli di parentela o rapporti 'di lavoro' legati allo spaccio di cocaina. Al momento dell'arresto, due di loro erano già in carcere e quattro agli arresti domiciliari per alcuni reati commessi in passato, tra cui anche una rapina a Piacenza, avvenuta tra febbraio e marzo scorsi, nel corso della quale una guardia giurata era stata ferita a colpi di pistola, rimanendo su una sedia a rotelle.In sostanza l'uomo di origine marocchina aveva la funzione di 'pr', cioè individuava soggetti di origine nordafricana con precedenti per reati in materia di stupefacenti. Li contattava e stabiliva trattative per l'acquisto o la vendita di droga, dando poi un appuntamento successivo per la cessione dello stupefacente a chi intendeva acquistarlo o del denaro per chi invece voleva acquistarlo. Ed è così che poi entravano in gioco i complici: il giorno in cui doveva avvenire lo scambio intercettavano il malcapitato, seguendolo con un'auto e uno scooter; poi lo fermavano fingendo di essere poliziotti e di dover effettuare un controllo. E durante la perquisizione recuperavano la droga o i soldi, insieme ad eventuali oggetti preziosi; quindi si davano alla fuga.

Leggi anche

SIDDURA