Migranti: sabato presidio Pd nel milanese dopo minacce a sindaci

cronaca
AdnKronos
Milano, 22 mag. (AdnKronos) - Sabato presidio del Pd a Cinisello Balsamo, in provincia di Milano "per difendere la democrazia da atti intimidatori" dopo le intimidazioni e gli insulti agli amministratori che giovedì scorso hanno firmato il Patto sull’accoglienza diffusa. Le minacce riguardano tre donne: Siria Trezzi, il sindaco di Cinisello, Mara Rubichi, vicesindaco di Cesano Boscone, e Monica Chittò, sindaco di Sesto, che venerdì si è vista recapitare una lettera anonima con minacce di morte. "Gravissimo e inaccettabile - dice il segretario del Pd metropolitano Pietro Bussolati - che una sindaca sia oggetto di minacce indegne e sessiste per il suo impegno a favore di integrazione e sicurezza; per questo non posso che rivolgere la mia solidarietà umana, prima che politica, alle amministratrici coinvolte, che spesso divengono bersaglio ancora più facile dei propri colleghi, per il sol fatto di essere donne".Con i partiti della coalizione di Centrosinistra "abbiamo deciso di promuovere un presidio per sabato 27 maggio, dalle ore 15 in piazza della Resistenza, aperto a tutte le forze politiche e a tutte le cittadine e i cittadini, per dire basta ad ogni forma di violenza e per difendere la nostra democrazia da questi atti intimidatori che non ci fermeranno", annuncia il segretario cittadino Pd di Sesto San Giovanni, Marco Esposito.

Leggi anche