Lega: Provenzano, 'Conte pretenda chiarezza da Salvini, è interesse nazionale'

politica
AdnKronos
Roma, 12 lug. (AdnKronos) - "Cosa è emerso sulla Lega di Salvini, fin qui? Un partito che si agita nel ventre oscuro del Paese, una nuova destra del tutto incurante della legalità costituzionale: non ha mai chiarito che fine abbiano fatto i 49 milioni sottratti allo Stato; il cui leader occhieggia al neofascismo e alle frange cattoliche antipapiste e oscurantiste; il cui programma energetico è stato scritto da un amico degli amici della mafia trapanese; una cui militante (ex parlamentare) minaccia omicidi al porto di Lampedusa tra gli altri che invocano stupri; i cui governatori di Veneto e Lombardia attentano alla già fragile unità nazionale con un tentativo di secessione economica e culturale". Lo scrive Giuseppe Provenzano, responsabile lavoro Pd, su Fb."Ora emergono elementi che poterebbero configurare l’alto tradimento nei confronti dell’Italia, degli italiani, dell’interesse nazionale. E c’è un aspetto che va ben oltre la questione di legalità della Lega. Un membro della delegazione di Salvini in Russia, che trattava (per conto di chi?) una maxitangente petrolifera per finanziare la campagna elettorale, coinvolgendo una grande azienda pubblica patrimonio dell’intero Paese, non avrebbe messo a garanzia dell’operazione soltanto la politica estera della Lega di Salvini, ma l’indirizzo politico dell’intero Governo in Europa. E allora"."Signor Presidente Conte, è lei che, primo fra tutti gli italiani, deve pretendere dal suo Vice Salvini di far piena luce sulla vicenda, per tutelare autorevolezza e onorabilità del Governo e dell’Italia nel consesso europeo, e per poter dunque condurre con qualche credibilità ogni trattativa politica presente e futura. Cittadini del M5S, per quanto ancora farete sopportare all’Italia tutto questo? Per quanto ancora sacrificherete, sull’altare delle diverse poltrone di Di Maio, la vostra stessa esistenza politica? Prima l’Italia, verrebbe da dire. Fermare la Lega di Salvini è un interesse nazionale".

Leggi anche

SIDDURA TÌROS