Snaidero: "Paese senza requie, ora subito al voto"

L'imprenditore: "Subito le misure giuste per non piangere anche nel 2020"

sindacato
AdnKronos
Roma, 13 ago. (Labitalia) - "Un Paese senza requie". E' il commento con Adnkronos/Labitalia di Roberto Snaidero, imprenditore, già presidente di Federlegno, a proposito della crisi di governo. "Sono convinto che a questo punto è inutile tergiversare: ci vuole un taglio secco e andare al voto immediatamente, perché già abbiamo perso un anno", aggiunge. "Meglio votare -ribadisce Snaidero- e fare un governo che cerchi di risolvere i molti problemi che abbiamo. Sappiamo che la situazione del mercato interno è quella che è, mentre le aziende stanno lottando per affermarsi sui mercati internazionali con tutti problemi che ci sono, dai dazi di Trump allo strapotere della Cina. Meglio, allora, andare a elezioni e dare stabilità al Paese".In particolare, gli imprenditori "non si sentono protetti e non sanno che pesci prendere, se fare investimenti o stare fermi: c'è lo spread che si sta alzando, la minaccia dell'aumento dell'Iva... peggio di così non si può!", sottolinea Snaidero che dice: "Meglio organizzarci per tempo, prendere i provvedimenti giusti e cercare, così, di non piangere anche nel 2020".

Leggi anche

SIDDURA